MotoGP, Bagnaia non si arrende: arriva una nuova “promessa”

Bagnaia desideroso di riprendere positivamente il campionato MotoGP a Silverstone: il pilota Ducati punta a un grande risultato.

La lunga pausa estiva è conclusa e la MotoGP tornerà in pista in questo fine settimana in Gran Bretagna. Francesco Bagnaia arriva all’appuntamento con grande voglia di vincere, dopo aver trionfato nell’ultima gara disputata ad Assen.

Pecco Bagnaia (Ansa Foto)
Pecco Bagnaia, pilota Ducati MotoGP (Ansa Foto)

Il pilota Ducati ha 66 punti di distacco in classifica da Fabio Quartararo, il quale a Silverstone dovrà scontare un long lap penalty che condizionerà la sua corsa probabilmente. Pecco e gli altri avversari, a partire da Aleix Espargarò (secondo a -21), vorranno approfittarne per ridurre il gap nella graduatoria generale.

Sa di non potersi più permettere errori, ne ha commessi troppi durante la stagione e il titolo MotoGP è già abbastanza compromesso per lui. Salire sul podio sarà sicuramente la sua missione, sperando di riuscire a conquistare il gradino più alto.

Ducati MotoGP, Pecco Bagnaia motivato per Silverstone

Bagnaia è carico in vista della ripresa del campionato MotoGP 2022 in Inghilterra: “Sono felice di tornare in pista. Abbiamo concluso la prima parte della stagione con una vittoria e in quel momento il mio feeling con la Desmosedici GP era perfetto. Spero di riprendere da dove ci siamo interrotti”.

Un anno fa Pecco a Silverstone partì dalla seconda casella della griglia e sembrava destinato a una gara da protagonista, invece poi alla domenica ebbe dei problemi inattesi e chiuse solo quattordicesimo. Cerca riscatto: “Lo scorso anno ero stato veloce a Silverstone, però in gara avevo avuto alcune difficoltà. Spero di poter fare bene in questo weekend. Sarà importante ripartire con il piede giusto e non commettere più errori in questa seconda parte del campionato”.

Il pilota Ducati ha ben in mente cosa dover fare in questo fine settimana: partire bene e poi non sbagliare. È consapevole di non avere più margine di errore. Ciò inevitabilmente comporta della pressione, però ci si è messo lui in questa situazione. Tolta la caduta provocata da Takaaki Nakagami a Montmelò, le altre tre sono state sua responsabilità.

Bagnaia a Silverstone è salito sul podio solamente nel 2016, quando correva in Moto3 con la Mahindra. Arrivò secondo al traguardo, un risultato che non gli dispiacerebbe replicare anche se è la vittoria il suo principale obiettivo. Vedremo venerdì nelle prove libere quale sarà il suo approccio e il suo livello prestazionale sulla pista inglese, fondamentale cominciare subito bene.