Leclerc, grande ottimismo: ecco il segreto della sua Ferrari in Francia

Charles Leclerc ha chiuso al secondo posto il venerdì di prove libere del Paul Ricard. La Ferrari vola e c’è ottimismo nelle sue parole.

Una Ferrari davvero competitiva è quella che si è vista oggi nelle prove libere del Gran Premio di Francia, andate in scena sul tracciato del Paul Ricard. A sorpresa, il miglior tempo non è stato ottenuto da Charles Leclerc, che è stato preceduto nella classifica delle migliori prestazioni di Carlos Sainz.

Leclerc (LaPresse)
Leclerc (LaPresse)

Lo spagnolo ha montato la gomma Soft ed è arrivato a girare in 1’32”527, staccando di 101 millesimi proprio il compagno di squadra. Tuttavia, il favorito numero uno per la pole position è proprio il monegasco, visto che il figlio del due volte campione del mondo rally scatterà dal fondo della griglia.

Per ora, la comunicazione ufficiale parla di sole dieci posizioni di penalità per la sostituzione della centralina, ma è quasi sicuro che arriverà la sostituzione di tutta la power unit, andando a montare i quarti elementi per quello che riguarda l’MGU-H, l’MGU-K ed il turbocompressore. Questo significa che Carlitos sarà costretto ad una dura rimonta, ma va detto che la F1-75 è partita davvero con il piede giusto e ci saranno le carte in regola per tornare davanti.

Leclerc è apparso in gran forma, ma ciò che conforta la Ferrari è il discorso motori, almeno a livello di prestazioni tralasciando per un attimo quello dell’affidabilità. Come avviene spesso in tempi recenti, il Cavallino gira con mappature molto basse al venerdì, ed il tutto è confermato dalle scarse velocità raggiunte in rettilineo, di circa 10 km/h inferiori a quelle della Red Bull.

Questo significa che la Rossa potrà migliorare molto quando andrà su di motore, e la cosa conforta molto gli uomini della Scuderia modenese ed i tifosi. Max Verstappen, che si è lamentato molto del bilanciamento, ha accusato un ritardo di ben mezzo secondo dal tandem di testa, e ci sarà bisogno di un miracolo nella notte per permettere al campione del mondo di battagliare per la pole position.

In termini di ritmo gara, il vantaggio della Ferrari è stato inferiore. Anzi, l’olandese è andato anche più forte, ma va detto che questi riferimenti lasciano sempre il tempo che trovano. Charles ha perso diversi giri dietro all’Alpine di Esteban Ocon, che sicuramente non lo ha aiutato nella gestione delle gomme.

Il dilemma sarà quello della scelta tra la singola sosta e le due, anche se il degrado è apparso davvero molto elevato. Il gran caldo non aiuta piloti e squadre ad interpretare al meglio le mescole. La Soft appare già esclusa dalle scelte dei team, visto che nessuno l’ha provata nel corso delle libere.

Leclerc, ecco il suo commento alle libere del venerdì

Charles Leclerc è l’indiziato principale per la conquista della pole position, e non potrebbe essere altrimenti visto il passo messo in mostra dalla Ferrari, specialmente in termini di giro secco. Il monegasco non ottiene il miglior tempo al sabato da Baku, e domani avrà un’ottima occasione per interrompere il digiuno.

La paura principale attorno alla F1-75 non è di certo la prestazione, ma permangono dubbi riguardo all’affidabilità. Le elevate temperature spaventano e non poco tutte le squadre, ed occorrerà essere a dir poco perfetti per scongiurare nuovi guasti. Ci saranno da scegliere le mappature più adeguate tenendo conto del gran caldo, che potrebbe mietere diverse vittime.

Leclerc ha bisogno disperatamente di una nuova vittoria, che potrebbe permettergli di farsi sotto ancor di più alla Red Bull di Max Verstappen. Il campione del mondo, nonostante una monoposto meno veloce per oggi, non si arrenderà di certo, conoscendo il suo carattere e le capacità di migliorare del team di Milton Keynes. Sulla vettura anglo-austriaca è stato comunque bocciato il fondo dell’Austria, per cui, almeno per il momento, gli sviluppi non sono andati nella direzione giusta.

Al termine delle libere del venerdì, Charles ha raccontato le proprie sensazioni alla stampa: “Oggi ho avuto delle ottime sensazioni sulla macchina, abbiamo un gran ritmo in termini di qualifica. Dobbiamo però lavorare maggiormente sul passo gara, perché qualche cosa va rivisto dopo oggi. Le gomme saranno la chiave in gara, ci sono delle temperature altissime che possono fare la differenza e le condizioni non saranno facili“.

Il monegasco ha aggiunto: “Ho molta fiducia nel fatto che per domenica avremo sistemato tutto e che saremo in grado di essere pronti a giocarcela per un grande risultato. Abbiamo davvero tutto per fare bene, sono pronto ad una grande battaglia e la Ferrari ha una grande macchina in questo momento in particolare“.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Le parole di Charles non possono che aumentare l’entusiasmo dei tifosi, già rinvigoriti da successi arrivati nelle ultime due gare. Tuttavia, c’è ansia per la questione affidabilità, che di certo preoccupa e non poco in vista della corsa che si disputerà con temperature molto alte. La Rossa dovrà cercare di minimizzare i rischi e di ottimizzare il risultato finale, che non potrà essere troppo diverso da un altro successo in questo appuntamento.