Superbike, Jonathan Rea finalmente annuncia la decisione: ecco cosa farà

Il futuro di Rea sarà ancora nel Mondiale Superbike: stamattina ufficializzata la nuova firma.

Da alcune settimane si parla del destino di Jonathan Rea, desideroso di proseguire la sua carriera nel Mondiale Superbike. Finalmente oggi è arrivato l’annuncio ufficiale.

Jonathan Rea (Foto LaPresse)
Jonathan Rea, pilota del team Kawasaki Racing WorldSBK (Foto LaPresse)

Kawasaki ha comunicato che il sei volte campione del mondo ha rinnovato il contratto per altri due anni. Sarà in sella alla Ninja ZX-10RR sia nel 2023 sia nel 2024. Il precedente accordo scadeva al termine di quest’anno e non ci sono mai stati reali dubbi sul prolungamento.

Il pilota nord-irlandese ha chiesto alcune garanzie tecniche, legate al miglioramento della moto soprattutto a livello di motore. Evidentemente ha ricevuto le rassicurazioni necessarie per proseguire il suo matrimonio sportivo con la casa di Akashi.

Va detto che per Johnny non c’erano altre reali opzioni per vincere. Honda e BMW magari gli avrebbero potuto fare un’ottima offerta economica, però al momento non hanno delle moto in grado di lottare per il Mondiale SBK.

Superbike, Rea felice del rinnovo con Kawasaki

Kawasaki nel comunicato ufficiale ha sottolineato il proprio impegno nello sviluppo della Ninja ZX-10RR, fattore fondamentale per la decisione di Rea. È stato anche ribadito l’intento di continuare a dare il massimo nel Mondiale Superbike, smentendo così rumors su un eventuale ritorno in MotoGP.

Il rider nord-irlandese ha esposto la sua soddisfazione per la firma con Kawasaki: “Sono felice del rinnovo biennale. Abbiamo vinto tanto insieme e non c’era bisogno di molti negoziati per continuare. Si trattava di vedere quante motivazioni avessi per correre ai massimi livelli. Mi sento più competitivo che mai e voglio continuare a lottare per vincere. Questa squadra è come una famiglia”.

Il team manager Guim Roda conferma la volontà di migliorare la Ninja ZX-10RR per aiutare ancora di più Rea nei suoi obiettivi: “Abbiamo lavorato al massimo per definire il progetto che potremmo creare per consentirgli di continuare a spingere al 110%. Gli abbiamo dato la motivazione di cui aveva bisogno per continuare altri due anni. Non ci adagiamo sugli allori dei trionfi passati, lavoriamo duramente per soddisfare le aspettative di Johnny”.

Vedremo come sarà la verdona versione 2023, se ci saranno dei passi avanti di motore. Johnny più volte si è lamentato del troppo gap rispetto alla Ducati e si aspetta di avere un mezzo un po’ più veloce in rettilineo.

Entra nel gruppo per news di F1, MotoGp, Auto, moto e pronostici

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli di motori


  1. Telegram - Gruppo base