Max Biaggi torna sulla rissa con Valentino Rossi: nuove rivelazioni

Cosa successe per davvero dopo il GP di Catalunya tra Valentino Rossi e Max Biaggi? Ce lo racconta il pilota romano.

Max Biaggi e Valentino Rossi hanno regalato sfide straordinarie che hanno fatto balzare in piedi gli appassionati di motociclismo. Il loro primo incrocio in pista risale al 2000, quando Valentino Rossi fa il suo esordio nella classe regina, allora classe 500, con la Honda. Tra gli avversari il già quattro volte iridato della 250cc, in sella alla Yamaha. Ad aggiudicarsi quel Mondiale fu Kenny Roberts con la Suzuki, seguito in classifica finale proprio dal rookie Valentino Rossi e dall’esperto Max Biaggi (3°).

Max Biaggi e Valentino Rossi (ANSA)
Max Biaggi e Valentino Rossi (ANSA)

L’apice della rivalità tra i due connazionali si raggiunge nel GP di Catalunya 2001, quando il Dottore ottenne la vittoria e il Corsaro il secondo posto. A distanza di anni è proprio Max Biaggi a chiarire quanto accaduto prima della premiazione sul podio, dove apparve con una ferita sotto l’occhio. Rossi e la sua Honda avevano battuto Biaggi e la sua Yamaha con un gap di 2,5 secondi. Durante la cerimonia del podio Biaggi apparve con un piccolo taglio sul volto, ben più evidente durante un’intervista. Subito le pagine di giornale descrissero di una rissa tra i due piloti.

La verità di Max Biaggi

All’epoca tutti dicevano che tra Max Biaggi e Valentino Rossi erano volate parole grosse fino a quanto il talento di Tavullia non ha perso la pazienza e avrebbe aggredito il rivale. Nulla di più falso. All’epoca nessuno dei coinvolti ha raccontato nulla, anche se l’attuale ambasciatore Aprilia provò a giustificare la sua disavventura incolpando “una zanzara”. 21 anni dopo, Max Biaggi ha regalato una nuova versione sulle colonne di Speedweek.com. “Normalmente nel parco chiuso potevano esserci solo il pilota e due meccanici, invece Rossi aveva portato anche il suo manager Gibo Badioli e Carlo Fiorani della Honda”.

Il regolamento non consentiva la presenza di altre persone, cosa che non piacque a Max Biaggi, che chiedeva il rispetto delle norme come tutti gli altri piloti. “Ma nessuno dei presenti disse loro nulla. Mentre salivamo la stretta scala a chiocciola che portava fino alla piattaforma della cerimonia di premiazione, Badioli indossava il casco di Rossi e la visiera era aperta. Beh, mi ha tagliato la faccia con il bordo”.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

A quel punto Biaggi fece notare che la sua presenza non era ammessa: “Perché quattro di voi devono andare alla cerimonia di premiazione? Anche nel parco chiuso c’erano già altre due persone della sua squadra”. Il racconto finisce qui, ma comunque sia quel giorno resterà negli annali della Master Class. A distanza di anni il loro rapporto si è sicuramente disteso.