Grande spavento per Sainz, brutto incidente: ecco come sta

Dopo la gioia per la prima vittoria di suo figlio in F1 a Silverstone, fiato sospeso per Sainz Sr, protagonista di uno spettacolare crash in gara.

Momenti di apprensione si sono vissuti nel pomeriggio di giovedì in Sardegna. Durante la  Island X Prix 1, gara dedicata agli off-road elettrici che si sta disputando sul territorio italiano, nella fattispecie  nell’area del poligono di Teulada, Carlos Sainz è stato vittima di un botto che ha lasciato tutti con il fiato sospeso.

Carlos Sainz Sr. (Ansa Foto)
Carlos Sainz Sr. (Ansa Foto)

Lanciato lungo la prova sterrata non è ancora ben chiaro cosa sia accaduto, ovvero se sia stato toccato dal SUV elettrico di Kristofferson che sopraggiungeva a tutta velocità, o se abbia semplicemente toccato una pietra sporgente. Sta di fatto che il suo Acciona si è capottato ripetutamente nella parte in discesa.

Uscito senza troppe difficoltà dall’abitacolo, il mattatore del WRC di inizio anni ’90 avrebbe cominciato ad accusare dei dolori e per questo è stato immediatamente condotto all’ospedale Brotzu di Cagliari per accertamenti.

Sainz rassicura tutti e attacca

Trasportato al nosocomio tramite l’elicottero messo a disposizione dall’organizzato e sottoposto a tutti i dovuti controlli, sarebbe in buon condizioni, o almeno questo è ciò che lui stesso ha scritto in tarda  serata sulle sue pagine social.

Fortunatamente tutte le diagnosi hanno dato un esito positivo e sono tornato a casa sebbene non in perfette condizioni“, si legge sulla nota pubblicata in spagnolo e in inglese.

Stando a quanto da lui riferito la colpa del ko sarebbe stato non un proprio errore, bensì il colpo, fortissimo, ricevuto dallo svedese della Rosberg X Racing. Un dolo riconosciuto dai commissari e sanzionato.

Al di là di tutto, sono profondamente deluso per ciò che è avvenuto in corsa, e in misura eguale se non di più  per la penalità di appena 30″ data a chi ha provocato l’incidente“, ha aggiunto frustrato e amareggiato per la mancanza di durezza da parte dei delegati.

In oltre quarant’anni di carriera nel motorsport non mi era mai capitato di vedere uno sbaglio tanto pesante punito in maniera così leggera“, ha infine chiosato tagliente prima di un ringraziamento a coloro che, nel corso delle ore, lo hanno inondato di messaggi d’affetto.

Giusto domenica scorsa, pur a distanza, non essendo presente in circuito, il 60enne aveva celebrato il primo successo ottenuto nel GP del Regno Unito da suo figlio Carlos con i colori Ferrari. Purtroppo per lui invece, almeno per quanto concerne l’appuntamento sardo è già game over.

Entra nel gruppo per news di F1, MotoGp, Auto, moto e pronostici

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli di motori


  1. Telegram - Gruppo base