Nuova Alfa Romeo Giulietta in arrivo? Ecco come potrebbe essere

Tanti appassionati di Alfa Romeo sognano il ritorno della Giulietta, uscita fuori produzione nel 2020. In rete ecco i primi render.

Alfa Romeo sta vivendo un momento di vero rinnovamento. Dopo anni di immobilismo, finalmente Stellantis ha deciso di dare una sterzata al futuro del marchio del Biscione, che con la Stelvio ha cominciato un rilancio a livello europeo e internazionale, che continua con la Tonale nel 2022 e che nel 2023 proseguirà con la Brennero, su cui ora si è rivolta l’attenzione dei fan del marchio. Ma il programma di nuovi modelli è un vero work-in-progress. Ma di certo c’è che, gradualmente, si passerà all’elettrico in maniera definitiva.

Alfa Romeo (ANSA)
(ANSA)

Tra i ritorni in casa Alfa Romeo che molti sperano ci sia c’è quello della Giulietta. L’auto potrebbe affiancare il SUV Alfa Romeo Tonale nel segmento C del mercato, dove il Biscione ha intenzione di recuperare una grossa fetta dei circa 2 milioni di clienti che il marchio ha perso nel corso degli anni per una mancata visione di sviluppo.

Alfa Romeo, ecco la futura Giulietta

Il numero uno di Alfa Romeo Jean Philippe Imparato ha dichiarato recentemente che saranno lanciati nuovi modelli per sfondare in campo internazionale. E questo sembra aver escluso per il momento il ritorno di modelli come MiTo e Giulietta, ma in realtà non ha chiuso definitivamente la porta a un ritorno di questi due modelli che nel tempo hanno fatto le fortune del marchio italiano.

C’è infatti chi ha già pensato a come potrebbe essere la più piccola di casa Alfa, che in teoria dovrebbe essere la più piccola e anche completamente elettrica. In realtà però girano in rete anche immagini di quella che potrebbe essere in futuro la Giulietta. Le forme ricordano molto il modello nato nel 2010 per festeggiare il centenario della casa automobilistica italiana, che fu disegnato dal Centro Stile Alfa Romeo e che riprendeva il canone stilistico avviato da Alfa Romeo con la 8C Competizione e proseguito con la MiTo. Questa invece si rifà molto alla Tonale, con le luci a matrice di LED molto di fini sull’anteriore e nel posteriore unite da una sottile linea rossa.

Colpiscono poi le linee semplici ma sinuose delle fiancate della Giulietta, mentre nel posteriore, come nel modello precedente, spicca anche il fondo che emerge fin sul parafango posteriore in pieno stile corsaiolo. Grandi le ruote, mentre sembra più spiovente lo spoiler. Sugli interni invece ancora nulla, ma dovrebbero riprendere in parte quelli dei nuovi modelli Alfa Romeo.

La nuova Alfa Romeo Giulietta potrebbe essere sviluppata partendo dalla piattaforma STLA Medium, con una versione Quadrifoglio ma soprattutto una 100% elettrica, dato che Alfa Romeo ha confermato che dal 2025 in poi lancerà sul mercato solo auto elettriche. Inoltre la Giulietta potrebbe essere la prima auto del Biscione ad essere dotata di guida autonoma di livello 3. Infatti la casa ha già annunciato che tale tecnologia entrerà a far parte della gamma proprio nel 2024. Ora resta da capire se veramente questa auto può avere un nuovo futuro. Molto dipenderà dal successo dei nuovi modelli di Arese, lanciati in questi anni. Ma, visti i presupposti, sembrano esserci le chance di rivedere una Giulietta in strada.