Valentino Rossi pensa ad Assen e punta tutto su Bagnaia

Alla vigilia del GP di Olanda Valentino Rossi parla del circuito di Assen e dei ricordi che lo legano a questo posto.

Valentino Rossi ha lasciato l’Olanda dopo aver disputato il round di GT WCE 2022 sul tracciato di Zandvoort, per la prima volta nella sua carriera. Ha raccolto un 14° posto in gara-1 e un 16° posto in gara-2, la tanto attesa riconferma dopo il 5° piazzamento al Paul Ricard non c’è stata. Peccato per un campione che nei Paesi Bassi conserva grandi ricordi, in particolare ad Assen, teatro del prossimo Gran Premio di Olanda di MotoGP.

Valentino Rossi (ANSA)
Valentino Rossi (ANSA)

Qui il campione di Tavullia ha vinto dieci volte in carriera, la prima risale al 1997 ai tempi della classe 125, poi l’anno dopo all’esordio nella 250, poi una vittoria in sella alla Honda nella nuova era MotoGP e altre sette vittorie con la Yamaha, l’ultima nel 2017. Proprio questo Gran Premio rappresenta un giorno indimenticabile per Valentino Rossi, dal momento che si tratta della sua ultima vittoria dopo 26 anni di carriera nel Motomondiale.

Valentino Rossi e i ricordi di Assen

Non potrà essere presente ai box del suo team Mooney VR46 nel prossimo fine settimana, il suo nuovo team belga Wrt ha organizzato un test a Spa. Ma il suo cuore e la sua mente saranno rivolte sicuramente al circuito di Assen, alla sua squadra e ai ragazzi della VR46 Academy. “Mi sarebbe piaciuto venire ad Assen quest’anno per seguire la MotoGP, la mia squadra, mio ​​fratello e i piloti della VR46 – ammette in un’intervista al sito Racesport.nl -. Purtroppo quest’anno non è possibile, poiché abbiamo programmato un test a Spa-Francorchamps”.

Tanti i ricordi che ritornano alla mente pensando al GP di Olanda, il calore dei tifosi, specialmente quelli presenti sugli spalti dell’ultimo settore della pista. “Anche l’atmosfera è fantastica, soprattutto quando guidi nell’ultimo settore – precisa il nove volte campione del mondo -. Il giorno della gara sembra di entrare in uno stadio. Spero di venire presto al TT Assen come spettatore”.

Il ricordo più speciale risale sicuramente al 2017, quando “ho ottenuto la mia ultima vittoria in un Gran Premio e credo che questo sia per me il ricordo più speciale del circuito”. Dopo l’esperienza sulla pista di Zandvoort con le quattro ruote, ritiene che questa non sia una buona pista per la MotoGP, in quanto presenta “due o tre punti troppo pericolosi. C’è troppo poco spazio per la MotoGP lì, motivo per cui è meglio tenere Assen per la MotoGP e Zandvoort per la Formula 1”. Nel prossimo fine settimana per chi farà il tifo Valentino Rossi? “Vado per Pecco Bagnaia!”.