Verstappen ammette la sorpresa: “Ormai davo il titolo per perso”

Le continue débâcle della Ferrari hanno rilanciato le speranze iridate di Verstappen e della Red Bull, ora solidamente al vertice delle due classifiche.

Le prime tre gare delle stagione avevano illuso tutti. La Ferrari in primis e i suoi tifosi in secondo luogo, convinti che il 2022 avrebbe potuto essere l’anno buono per il rilancio della scuderia dopo un’assenza dalla prima posizione partita nel 2007 per quanto riguarda i piloti, e nel 2008 per i costruttori. Allo stesso modo pure gli avversari si erano fatti una ragione che contro la F1-75 avrebbero potuto fare ben poco. Ed invece, la realtà ha raccontato una storia totalmente diversa.

Max Verstappen (Ansa Foto)
Max Verstappen (Ansa Foto)

Nello spazio di poco tempo, la Rossa è sprofondata, arrivando addirittura a – 80 dalla Red Bull dopo il GP dell’Azerbaijan, con Leclerc che, complice il ritiro, è scivolato a -34 dalla vetta.

Verstappen stupito dal crollo Ferrari

E proprio l’attuale leader del mondiale Max Verstappen ha parlato della situazione del Cavallino, partito con ben altre premesse.

All’inizio dell’anno non si poteva sapere quanto sarebbe stata competitiva la nostra macchina e dopo due ko in tre round e 46 lunghezze di svantaggio credevo che il campionato fosse andato“, ha confessato alla vigilia dell’appuntamento del Canada.

Ed effettivamente la mancanza di affidabilità ha picchiato duro anche in casa Milton Keynes. La differenza è che, grazie a quel genio di Adrian Newey gli austriaci sono riusciti presto a trovare un rimedio, mentre il timore è che l’equipe gestita da Mattia Binotto farà molta più fatica a risalire la china.

È ovviamente una bella soddisfazione constatare che abbiamo ribaltato la situazione, ma come siamo stati in grado noi, possono farlo pure i nostri competitor“, ha considerato lontano dal voler abbassare la guardia e celebrare quando non siamo neppure giunti a metà annata.

A questo proposito, tracciando gli obiettivi immediati, il #1 ha evidenziato l’importanza di non collezionare più zeri. “Due sono già stati troppi“, ha concluso mostrando tutta la sua fame di riconferma.