Come si controllano i punti sulla patente? Ecco cosa fare

Se non conoscete o non ricordate il numero di punti rimasti sulla vostra patente di guida, vi basta seguire dei semplici passaggi per la verifica del saldo dei punti rimanenti.

Il sistema dei punti della patente è stato lanciato a partire dal primi luglio 2003 con l’obiettivo di premiare i conducenti che non commettono infrazioni e guidano nel pieno rispetto delle leggi del Codice della Strada. In contrapposizione, naturalmente, sono puniti coloro che violano le normi del CDS. Un’idea che, in quasi 20 anni, ha migliorato la sicurezza e la prevenzioni degli incidenti stradali. La legge ha predisposto anche regole precise per i neopatentati e i conducenti professionali.

Patente guida (Ansa Foto)
Patente guida (Ansa Foto)

Come previsto dall’articolo 126 bis del Codice della Strada, il sistema di punteggio della patente di guida ha obbligato tutti i guidatori ad attenersi al nuovo dispositivo, a prescindere dalla data in cui l’abilitazione di guida è stata conseguita. Il numero di punti è stato fissato a 20. Se non si commettono infrazioni, ogni 2 anni è possibile ricevere un riconoscimento di ulteriori 2 punti che si sommano a quelli presenti.

Il massimo a cui si può arrivare è 30 punti. La soglia limite ha un suo significato intrinseco, ponendo un limite alla buona condotta. Viceversa se il guidatore ha commesso delle violazioni al Codice della Strada avviene la decurtazione, comunque, dando la possibilità di recuperare punti senza fare nulla, successivamente, in alcune circostanze. Se nei due anni successivi all’infrazione, non si verificano ulteriori violazioni è possibile ricevere una reintegrazione di tutti i punti sottratti a causa dell’infrazione, salvo per chi arriva a 0 punti sulla patente.

In modo piuttosto semplice, se la sottrazione di punti avviene ad agosto 2022, il guidatore potrà riacquisirli ad agosto 2024, qualora nei due anni di tempo non riceva ulteriori decurtazioni di punti per violazione delle norme del Codice della Strada. Quest’ultimo sottolinea anche le sanzioni che le Forze dell’Ordine possono applicare in caso di violazione. Le sanzioni possono essere di carattere amministrativo, in sostanza una multa, oppure confluire in altre penalizzazioni come la decurtazione di punti dalla patente, la sospensione della patente du guida oppure il sequestro del mezzo.

Patente, come controllare i punti rimasti

Il CDS prevede che possono essere sottratti sino a un massimo di 10 punti in caso di singola violazione. In caso, invece, di infrazioni multiple realizzate dal guidatore, contemporaneamente, si può arrivare ad un massimo di 15 punti. Le principali infrazioni con decurtazione dei punti patente avvengono per uso improprio dei fari (1 punto), sosta in corsia riservata (2 punti), mancato rispetto della distanza di sicurezza (3 punti), circolazione contromano (4 punti), mancato utilizzo delle cinture di sicurezza (5 punti), passaggio con semaforo rosso (6 punti), inversioni di marcia pericolose (8 punti) e guida in stato di ebbrezza (10 punti).

Qualora si arrivasse a quota zero punti, occorrerà sottoporsi alla revisione della patente. Per verificare i punti della licenza di guida nelle modalità online, offline, con e senza SPID, occorre prendere, prima di tutto, i dati dell’autorizzazione rosa. Se non si ha la possibilità di accedere al portale predisposto online, basta rivolgersi all’Automobile Club d’Italia, chiamando il numero verde 848.782.782. Occorre digitare la data di nascita e il numero della patente seguito dal tasto “cancelletto”. Il servizio è attivo 24 ore su 24, ma è raggiungibile solo da telefono fisso. Dal primo aprile 2022, invece, è stato attivato il numero 0645775962, attivo 7 giorni su 7, al costo di una telefonata urbana.

Da mobile è possibile scaricare su GooglePlay ed Apple Store l’app iPatente, ideata dal Ministero dei Trasporti e della Mobilità Sostenibili. Una volta fatto l’accesso è possibile in tempo reale conoscere il saldo dei punti rimanenti. La App iPatente, inoltre, consente di avere a portata di mano la verifica delle scadenze che riguardano il proprio veicolo, dalla revisione all’assicurazione Rc Auto, lo stato delle pratiche in esecuzione e la consultazione delle pratiche precedenti. Patente di guida: cosa fare per rinnovare il documento.

Per conoscere, inoltre, il saldo dei punti è possibile accedere al Portale dell’Automobilista, il website del Ministero dei Trasporti e della Mobilità Sostenibili, registrando il proprio codice fiscale, il numero della patente e la sua data di scadenza. Dopo aver completato i precedenti passaggi, basta cliccare su “saldo patente”, per conoscere in dettaglio la situazione personale. Dal primo ottobre 2021, il Portale dell’Automobilista e la App iPatente sono accessibili, nell’area riservata, esclusivamente con il Sistema Pubblico di Identità Digitale o con CIE, Carta d’Identità Digitale.