Lutto nel motociclismo: è la terza vittima in pochi giorni

L’edizione 2022 del TT si sta rivelando particolarmente tragica. Un nuovo lutto ha colpito il motociclismo nella sua gara più pericolosa.

Dopo Mark Purslow e Olivier Lavorel, il TT, storica manifestazione motociclistica dedicata a diverse classi e categorie, che si svolge sull’Isola di Man, ha portato a nuove lacrime. Questa volta ad andarsene è stato un pilota molto conosciuto, un veterano della corsa.

Davy Morgan (Isle of Man TT Twitter)
Davy Morgan (Isle of Man TT Twitter)

Davy Morgan era alla sua 80esima partenza di gara. L’incidente, rivelatosi fatale, è avvenuto nel corso della manche della Supersport lunedì scorso. All’ultimo dei tre giri è stata data la bandiera rossa e da lì si è capito che qualcosa di grave era successo alla 27esima sezione della Milestone.

La conferma del decesso è arrivata tramite comunicato ufficiale. Il 52enne nativo di Saintfeld, Irlanda del Nord non è sopravvissuto all’impatto con il terreno.

Una nuova vittima per il motociclismo al Tourist Trophy

Come detto il centauro era piuttosto esperto avendo debutto nel 2002 nella Produzione 600, oggi Supersport.

Tra i risultati ottenuti, ricordiamo un settimo posto nel Senior TT nel 2006 e un quinto nella Lightweight nel 2008. Giunto al traguardo 49 volte, in 25 occasioni ha chiuso nella top 20. Per questo aveva ricevuto diversi riconoscimenti.

La sua tornata più veloce sulla Mountain Course è stata registrata ad una media di 201,38 in occasione del Senior TT del 2010.

Porgiamo le più sentite condoglianze alla partner Trudy, alla famiglia, ai suoi cari e agli amici“, si legge sulla classica nota replicata sulle varie piattaforme sociali come ormai prassi.

Facendo un rapido aggiornamento a proposito del crash che si è portato via sabato scorso Lavorel, il passeggero del sidecar su cui stava gareggiando, ovvero Cesar Chanel si trova tutt’ora in gravi condizioni all’ospedale.

Le gare di Supersport e Superstock sono state vinte rispettivamente da Michael Dunlop e Peter Hickman, mentre quella di sidecar, riprogrammata dopo il tragico sinistro occorso all’equipaggio francese, da Ben e Tom Birchall.

La corsa riprenderà mercoledì con il secondo round della Supersport e della Supertwins.