Colpo di scena alla FIA: l’addio immediato è di quelli pesanti

A qualche giorno di distanza dal discusso GP di Monaco, arriva un’altra defezione in casa FIA. Ecco chi verrà sostituto a partire da Baku.

Un po’ come avvenuto ad Abu Dhabi lo scorso dicembre, a Montecarlo nel recente fine settimana ci sono state cose che non hanno funzionato. Ad esempio da molti non è stato compreso il motivo della mancata doppia penalizzazione ai piloti Red Bull per aver superato la riga gialla in fase di uscita dalla pit lane durante la gara.

FIA Logo (Ansa Foto)
FIA Logo (Ansa Foto)

Lo stesso dicasi per la gestione della virtual Safety Car poi diventata reale e quindi bandiera rossa per l’incidente di Mick Schumacher, fortunatamente più spettacolare che serio.

Anche se Michael Masi alla direzione corsa, quindi, gli episodi poco chiari non mancano. Sarà anche per questo che una prima testa è già saltata.

Terremoto alla FIA: cosa è successo

Questo mercoledì pomeriggio la Federazione Internazionale ha fatto sapere di aver messo alla porta Peter Bayer, dal 2017 Segretario Generale per lo Sport. In tempo recenti era stato lui a promuovereEduardo Freitas e Niels Wittich al posto dell’australiano.

Lo ringraziamo calorosamente per il suo contributo nello sviluppo dello sport automobilistico, in particolare nella divisione sportiva, per la costruzione della struttura piramidale dal karting alla F1 e per la creazione del nuovo Campionato del Mondo Rally-Raid. Non va dimenticato neppure il suo apporto per l’incremento della sicurezza e la sostenibilità in tutte le discipline“, si legge sulla sbrigativa nota che manda in archivio anche questa pratica.

Promossa ad interim per ricoprire il ruolo vacante è Shaila-Ann Rao, membro noto all’interno dell’organo federale avendo svolto la mansione di sua responsabile legale dal 2016 al 2018. Negli ultimi tre anni e mezzo, invece, la donna ha lavorato in Mercedes inizialmente come consigliere generale e poi come braccio destro del team principal Toto Wolff.

Alla luce di questa sua militanza accanto ai vertici della Stella, c’è da credere che le polemiche nelle prossime settimane saranno svariate e molteplici.