Sainz poteva vincere a Monaco: il pilota Ferrari spiega cosa è successo

Sainz ha un rammarico al termine del GP di Monaco: poteva conquistare un risultato migliore, ma è stato frenato da un “problema”. 

A Monaco le cose non sono andare come la Ferrari sperava. Dopo la doppietta nelle qualifiche, c’era la prospettiva di poter fare lo stesso in gara, ma le cose sono andate diversamente e il team deve recitare il mea culpa.

Carlos Sainz (Ansa Foto)
Carlos Sainz (Ansa Foto)

L’unica F1-75 arrivata a podio è quella di Carlos Sainz, che ha concluso al secondo posto e ha dunque mantenuto la posizione della partenza. La grande delusione è aver fatto perdere a Charles Leclerc, quarto, una vittoria che sembrava nelle sue mani. Un clamoroso errore del box ferrarista ha rovinato la sua gara.

Il monegasco perde altri punti su Max Verstappen, oggi terzo, e adesso il distacco in classifica generale è di 9 lunghezze. Invece il compagno di squadra è quinto, a -1 da George Russell. Pesano tanto i ritiri a Melbourne e Miami per lui, distante 41 punti dal campione in carica della F1. Difficile la sua corsa al titolo.

F1 GP Monaco 2022: Sainz ha un rimpianto sulla sua gara

Sainz al termine della gara di Monaco ha espresso un po’ di rammarico per il suo secondo posto: “È stata una corsa pazza. Con le gomme abbiamo preso la decisione giusta, aspettando prima di montare le slick. La sosta non è stata mal programmata, ma nel giro di uscita sono rimasto dietro un doppiato per dodici curve e ciò mi è costato la vittoria. Con un giro pulito non avrei perso un paio di secondi e dunque il successo”.

Il problema di Carlos è stato il giro di uscita dopo la sosta, dato che ha perso tempo e si è ritrovato dietro Sergio Perez. Nel finale della gara il messicano della Red Bull ha avuto grossi limiti dettati dal graining, ma il pilota Ferrari non è riuscito a trovare un varco per superarlo: “Anche io ho avuto parecchio graining, in particolare al posteriore. Pertanto l’ingresso nel tunnel era complicato e di conseguenza anche avvicinarmi per superare. Quando sono arrivato molto vicino e ho pensato al sorpasso, lui ha frenato molto tardi e se ci avessi provato avrei eliminato entrambi”.

Anche se Sainz aveva più passo di Perez, non c’era modo di riuscire a mettersi in prima posizione. Si sa che a Monaco le manovre di sorpasso sono molto difficili e dunque non è arrivata una vittoria. Sicuramente per il figlio d’arte resta il rammarico per il giro post-sosta.