Guadagnare denaro guidando una Fiat 500? Ecco come fare

Da qualche tempo la Fiat ha lanciato un programma che permette ai propri utenti di guadagnare con una guida rispettosa dell’ambiente.

Tra i grandi temi che l’industria automobilistica ha preso a cuore negli ultimi anni c’è quello legato al rispetto dell’ambiente. I piani di ricerca e sviluppo delle maggiori case dimostrano che l’obiettivo prioritario è quello di produrre auto sempre meno inquinanti, con i motori termici che nel giro di una decina di anni non saranno più nei listini, con l’elettrico che ormai è pronto a diventare il propulsore principale, completando così una rivoluzione “green” che sembrava davvero lontana fino a qualche anno fa. E tra i marchi più attivi ultimamente c’è anche la Fiat.

Fiat 500
Fiat 500

Ormai da anni le case automobilistiche di tutto il mondo seguono due percorsi di riferimento: l’abbattimento delle emissioni allo scarico e la riduzione dei consumi di combustibile. E il marchio italiano, che comunque non disdegna ancora la produzione di modelli che strizzano l’occhio a un pubblico sportivo, sta puntando decisamente su una mobilità sostenibile.

Fiat, come funziona il programma Kiri

Tra i progetti lanciati ultimamente da Fiat c’è Kiri, e premia i guidatori più gentili e rispettosi dell’ambiente. Installando una app, che attraverso un algoritmo di valutazione misura lo stile di guida, colui o colei che aderisce al programma lanciato dal marchio italiano riceve un punteggio, assegnato a seconda del proprio comportamento su strada, che permette di accumulare una somma in crediti digitali.

Con questo programma, ogni utente può ricevere fino a 150 euro all’anno da spendere in premi e convenzioni sul marketplace di Kiri Technoloiges. Ad oggi il programma Kiri conta quasi 1900 iscritti, che stanno accumulando di giorno in giorno questa nuova moneta digitale chiamata Fiat e.Coins. Per ottenerne crediti in pratica servirà seguire uno stile di guida lineare, senza accelerazioni brusche o frenate violente. I dati di guida vengono registrati dal sistema di infotainment installato sulla vettura, che poi tramuta tutto questo in punti, ossia moneta virtuale.

Inoltre la funzione Eco:Score informa in tempo reale il guidatore sul consumo energetico della propria vettura. Questa aiuta il conducente a migliorare il proprio consumo energetico in tempo reale, in pratica seguendo i suoi consigli si riesce ad aumentare la propria autonomia e quindi i crediti. Per fare un esempio: un chilometro in eco:Score intermedio nel traffico cittadino equivale a circa un Fiat E.coins, che corrisponde a 2 centesimi di euro. Per aderire al programma bisogna però, come detto, scaricare l’app denominata FIAT sul proprio smartphone da cui sarà possibile controllare a quanto ammontano i propri crediti. E i primi risultati, secondo Fiat, sono comunque di tutto rispetto: con questo programma Kiri infatti sono state risparmiate già oltre 1.000 tonnellate di CO2. E l’ambiente ringrazia.