MotoGP Italia, Warm-up: Aleix Espargaró comanda la doppietta Aprilia

Il Warm-up del Gran Premio d’Italia della MotoGP al Mugello vede davanti le due Aprilia di Aleix Espargaró e Maverick Vinales.

Il Gran Premio d’Italia della MotoGP sta entrando nel vivo, e sul tracciato del Mugello è appena andato ufficialmente in archivio anche il Warm-up. A dettare legge c’è la coppia delle Aprilia, con Aleix Espargaró che comanda davanti a Maverick Vinales. Lo spagnolo ha girato in 1’46”976, seguito ad un decimo dal compagno di squadra.

MotoGP Aleix Espargaró (ANSA)
MotoGP Aleix Espargaró (ANSA)

Il terzo posto è occupato dalla Ducati del Mooney VR46 Racing Team di Marco Bezzecchi, che ricordiamo prenderà il via dalla seconda posizione nella gara di oggi pomeriggio. Il giovane talento dell’Academy sembra davvero molto competitivo, anche se, a rigon di logica, non lo poniamo tra i favoriti assoluti.

Quarto Johann Zarco, esattamente la posizione ottenuta ieri in qualifica. Il rider della Ducati del team Pramac è sempre stato tra i primi in questo fine settimana, con un netto vantaggio sul compagno di squadra Jorge Martin, in calo in queste ultime gare. Quinto Takaaki Nakagami con la Honda LCR, anche lui molto performante su questo tracciato.

Sesto il vice-campione del mondo della MotoGP, vale a dire Pecco Bagnaia con la prima delle Ducati ufficiali, seguito a ruota da Luca Marini. Le due Suzuki di Alex Rins e Joan Mir sono ottava e nona, con Jack Miller che ha chiuso la top ten. Solo undicesimo Enea Bastianini con la Ducati del Gresini Racing, davanti alla Honda di Marc Marquez.

Quattordicesimo tempo per il poleman Fabio Di Giannantonio, che con la pista in condizioni di asciutto ha confermato ciò che ci aspettavamo, ovvero un passo inferiore alla gran parte dei colleghi. Solo ventesimo Fabio Quartararo con la Yamaha, ma che è comunque il miglior pilota della casa di Iwata visto il tracollo dei compagni di squadra.

MotoGP, le due Aprilia vanno in fuga

Giornata nuvolosa quella del Gran Premio d’Italia della MotoGP al Mugello, con il cielo che non promette nulla di buono per la gara pomeridiana. Già nella giornata di ieri, il maltempo ci ha regalato una splendida tripletta italiana con Fabio Di Giannantonio, Marco Bezzecchi e Luca Marini davanti a tutti, con cinque Ducati che scatteranno dalle prime cinque posizioni.

La festa l’hanno completata Johann Zarco con la Pramac e Pecco Bagnaia. Il torinese sembra essere il grande favorito, visto l’ottimo passo gara evidenziato nelle prove libere. Nel Warm-up, i protagonisti della qualifica retrocedono, soprattutto per quanto riguarda il poleman.

I due del Mooney VR46 Racing Team riescono più o meno a stare a contatto con i primi, mentre le due Aprilia vanno come il vento. Aleix Espargaró e Maverick Vinales si piazzano davanti a tutti sin dalle prime battute, rintuzzando l’affondo di Jack Miller che era stato inizialmente davanti a tutti.

Si conferma molto ben messo Takaaki Nakagami, che per tutto il fine settimana è stato il rider della Honda più veloce e costante. Zarco dimostra di avere le sue buone carte da giocare con un ritmo molto regolare, ma Alex Espargaró potrebbe davvero pensare di attaccare il dominio Ducati, visto un passo gara davvero notevole in questa sessione.

La sfida sembra essere riservata proprio alle due case italiane, anche se Fabio Quartararo vorrà dire la sua dalla sesta casella in griglia. Le cinque Desmosedici davanti a tutti potrebbero dare spettacolo, con Enea Bastianini atteso alla rimonta dalla decima posizione. Il rider riminese deve essere perfetto.

Nel box dell’Aprilia viene immortalato Max Biaggi, che proprio in questi giorni è stato nominato MotoGP Legend, un riconoscimento che sicuramente merita per quanto fatto nella sua carriera. Il dominio della casa di Noale farà sicuramente piacere al rider italiano, ma il risultato va poi ripetuto quando si farà sul serio. Alle 14 la partenza della gara.