MotoGP, Fabio Quartararo se la ride al Mugello: ha un asso nella manica

L’ottavo appuntamento della stagione di MotoGP vedrà i centauri protagonisti sul meraviglioso tracciato del Mugello. Fabio Quartararo è tra i piloti più attesi.

La top class sbarca in Italia sull’iconico tracciato del Mugello, immerso nel dolce disegno delle colline toscane. I centauri italiani saranno gli osservati speciali di un weekend di passione per il motociclismo. In testa alla graduatoria, però, c’è sempre Fabio Quartararo, campione del mondo in carica. Il pilota della Yamaha alterna grandi prestazioni a performance sotto tono, anche a causa del feeling ancora non perfetto con il mezzo.

Fabio Quartararo (Ansa Foto)
Fabio Quartararo (Ansa Foto)

La Yamaha, storicamente, è andata sempre molto forte sul tracciato italiano. Nelle ultime 10 edizioni, la casa di Iwata si è aggiudicata ben cinque corse, l’ultima nel 2021 con appunto il fenomeno francese. Il nativo di Nizza dovrà vedersela con due squadre italiane agguerritissime: Aprilia e Ducati. L’Aprilia vorrà continuare a cavalcare l’onda della striscia positiva di risultati di Aleix Espargaró, mentre la Ducati proverà a lanciare nell’Olimpo Enea Bastianini e Pecco Bagnaia.

I due centauri si sfideranno nel tentativo di recuperare terreno. Enea è a soli otto punti dalla vetta, merito di un tris di vittorie sorprendente. Fabio guarda tutti dall’alto in basso con 102 punti. Pecco Bagnaia è reduce dalla caduta di Le Mans che ha complicato non poco i piani di rimonta in classifica piloti. Sotto la lente d’ingrandimento dei fan della MotoGP vi sarà anche Marc Marquez che ha un disperato bisogno di punti pesanti, non essendo ancora salito sul podio nel 2022. Ecco gli orari del weekend. 

Le parole di Fabio Quartararo

In conferenza stampa, il campione del mondo francese ha dichiarato: “Non è un circuito difficile per noi, ma se partiamo male, se siamo in una posizione non ottimale potrebbe non andare bene. Abbiamo il 50% delle possibilità e potrebbe davvero cambiare la situazione tra le qualifiche e il primo giro. Stiamo a vedere come andrà e penso comunque che queste due prossime tappe saranno molto sfidanti”.

Fabio Quartararo ha sottolineato che ci sono state delle migliorie sulla moto e la M1 in alcuni settori dovrebbe andare molto bene. Il francese si sente fiducioso nelle curve del Mugello ed è pronto a spingersi al limite, anche grazie ad una nuova carena. “Farò del mio meglio, lo sto facendo dal Qatar – ha specificato il francese – Sto spingendo il più possibile per dare veramente il 100%, però bisogna vedere quello che si riesce a realizzare in gara. Il Mugello è una delle piste che preferisco in assoluto quindi possiamo avere un buon passo, fare delle ottime qualifiche poi stiamo a vedere come sempre cosa accadrà la domenica”.

I lunghi rettilinei del Mugello potrebbero favorire la super potenza dei motori delle Ducati. A livello di top speed la Yamaha M1 del campione del mondo non è a livello dei competitor. Il layout, sebbene non sia ideale per la moto giapponese, ha sempre regalato gioie ai piloti della casa di Iwata. Da Franco Morbidelli, Andrea Dovizioso e Darryn Binder non è lecito aspettarsi un miracolo, ma da un pilota delle qualità di Fabio è possibile aspettarsi una grande prestazione.

Fabio Quartararo, infine, si è rammaricato della impossibilità di correre sul nuovo tracciato finlandese che avrebbe dovuto esordire nel 2022. Sembrava tutto pronto per il debutto nel campionato, ma alla fine gli organizzatori hanno deciso di rinviare tutto al 2023 per far si che l’evento risulti impeccabile. Il calendario, quindi, avrà una gara in meno e questo darà un più di fiato ai piloti nella pausa estiva. Il francese non si è certo detto dispiaciuto di avere qualche giorno in più di vacanza.