Ferrari, brutta notizia per Leclerc: ora rischia pure una penalità

Arriva una brutta notizia per Leclerc dopo il GP di Spagna: riguarda la sua Ferrari, che lo ha lasciato quasi a piedi durante la gara.

Quella di domenica a Barcellona è stata una brutta batosta per Charles Leclerc e la Ferrari. Un ritiro del tutto inatteso mentre il monegasco stava guidando la gara in solitaria e aveva la concreta possibilità di vincere.

Charles Leclerc (Ansa Foto)
Charles Leclerc (Ansa Foto)

Purtroppo per lui e per la scuderia, la F1-75 ha avuto un problema tecnico e lo ha costretto al ritiro. Una delusione enorme, anche alla luce del fatto che Red Bull ha fatto doppietta e adesso c’è Max Verstappen come leader della classifica generale.

Il team di Maranello non aveva avuto guai di affidabilità prima della corsa disputata in Catalogna, anzi aveva approfittato di quelli avuti dai rivali tra Bahrain e Australia. Fondamentale lavorare affinché non succedano più problematiche che vadano a compromettere risultati. Ci si gioca un titolo mondiale e ogni punto può essere decisivo.

Leclerc, problemi alla Ferrari F1-75: arriva una notizia negativa

Leclerc in Spagna si è ritirato al giro numero 28, dopo aver avvertito un netto calo di potenza. Nel team radio ha subito sfogato la sua delusione con degli eloquenti “No, no, no“. È riuscito a rientrare al box e poi di fronte ai giornalisti non ha nascosto la sua amarezza, pur dimostrandosi anche desideroso di riscattarsi nelle prossime gare. È in arrivo quella di Monaco, casa sua, e dunque le motivazioni saranno altissime.

Prima di concentrarsi unicamente sull’appuntamento in programma in questo fine settimana nel Principato, la Ferrari ha dovuto analizzare a fondo cosa sia successo alla F1-75 di Charles a Barcellona. Evidente che il problema riguardi la power unit.

Mark Hughes, giornalista di The-Race.com, ha rivelato che ci sono dei danni irreparabili sia nella parte turbo che alla MGU-H del motore. Una grossa beffa che costringe la Ferrari a utilizzare nuove componenti nel Gran Premio di Monaco. C’è il forte rischio che durante la stagione si incorra in una penalità, dato che per regolamento esiste un limite alla sostituzione di componenti e di propulsori (tre all’anno). Quando si va oltre, scatta la sanzione in griglia.

Dalla squadra modenese è trapelato che non esiste alcun difetto di progettazione e c’è fiducia di non avere altri problemi nelle prossime gare. Vedremo se andrà tutto liscio in futuro. L’affidabilità è un fattore che può essere determinante nella corsa al titolo mondiale di F1 2022.