Sainz, prestazione inaccettabile: lo spagnolo è al capolinea con la Ferrari?

Carlos Sainz ha chiuso quarto in un terribile Gran Premio di Spagna per la Ferrari. Lo spagnolo continua a commettere errori.

Per Carlos Sainz non ci sono più scuse. Quanto accaduto in Spagna, nel suo Gran Premio di casa, potrebbe iniziare a porre dei seri dubbi sulla sua permanenza in Ferrari. Il figlio del due volte campione del mondo rally ha rinnovato il contratto con la Scuderia modenese sino al 2024, con l’annuncio ufficiale che è arrivato prima di Imola.

Sainz (LaPresse)
Sainz (LaPresse)

Il pilota iberico sta continuando a deludere, prendendo paga da Charles Leclerc e commettendo una serie di errori non degni di uno che guida per la Rossa. Il guasto che ha costretto al ritiro il monegasco non cancella la netta differenza di performance tra i due, con una situazione che sta adesso diventando rovente.

Sainz ha concluso con una fortunosa quarta posizione, che gli è stata praticamente regalata da un grande Lewis Hamilton nel finale. Il sette volte campione del mondo ha dovuto rallentare nel finale per via di problemi di benzina, retrocedendo in quinta posizione. Il pilota Mercedes è stato comunque autore di una fantastica rimonta, visto che la foratura di inizio gara lo aveva portato a finire in fondo al gruppo.

Nonostante questo, la sua rimonta lo ha condotto sino al sorpasso sulla Ferrari, sintomo di quanto sia stata negativa la prova di Carlitos. La partenza era stata pessima, con Sergio Perez e George Russell molto bravi a scavalcare lo spagnolo. Poco dopo, la situazione è ulteriormente peggiorata, a causa di un testacoda in Curva 4 che ha compromesso definitivamente la sua gara.

Solo la superiorità della Ferrari gli ha consentito di rientrare nella top five, ma di positivo non c’è veramente nulla in questa giornata. In questo momento, Carlos si sta giocando il suo futuro a Maranello, perché è vero che c’è un contratto da rispettare, ma non è neanche pensabile sfidare un rivale come la Red Bull correndo con un pilota soltanto.

Sainz, delusione nelle sue parole a fine gara

Carlos Sainz è quarto a Barcellona, il suo miglior risultato nel Gran Premio di Spagna. Questo non può di certo rincuorarlo, anche se Mattia Binotto ha chiarito dopo la gara che il suo posto non è al momento a rischio. Lo spagnolo soffre di diverse problematiche, ed ha spiegato nell’intervista concessa a “SKY Sport F1” ciò che lo sta condizionando.

La partenza è stata molto difficile, credo di aver commesso un errore ed ho sbagliato la procedura. Provando a recuperare ho preso troppo vento alla Curva 4, sono andato in testacoda. In quel momento ho danneggiato la macchina sul fondo, non era più la stessa. Avevo una mancanza di carico, non potevo fare molto di più. Ho cercato di fare il massimo ed il quarto posto non è di certo quello che volevamo

Se la macchina è migliorata? Per me è difficile dirlo, io ho faticato tanto, non riesco a capirla al meglio. La macchina è veloce ma per il mio stile di guida non mi trovo bene come l’anno scorso. Ci sto lavorando con i miei ingegneri e tutta la squadra, peccato per Charles perché è stata veramente deludente. Vincendo avrebbe allungato in campionato, ma le gare sono queste. Per noi è una domenica da dimenticare“.

Sainz è consapevole di quelli che sono i suoi limiti, ed è un peccato perché in passato ha dimostrato di essere un pilota valido. Probabilmente non è però all’altezza di un top team, o per dirla meglio, di una vettura che sia in grado di giocarsi il titolo. Carlos va recuperato mentalmente, facendogli capire chiaramente che è un secondo pilota e che non deve rischiare troppo per eguagliare il passo del compagno di squadra.