Sainz, obiettivo ben chiaro in Spagna: la Ferrari ha però un problema

Carlos Sainz ha chiuso al quarto posto le libere del venerdì, alle spalle del compagno di squadra e delle Mercedes. Ecco le sue parole.

Una Ferrari dai due volti quella che abbiamo visto nel venerdì del Gran Premio di Spagna. Charles Leclerc ha girato in 1’19”670 con gomma Soft, precedendo le Mercedes di George Russell e Lewis Hamilton. Quarta piazza per Carlos Sainz, che ha accusato tre decimi di ritardo dal compagno di squadra, ponendosi davanti alla Red Bull di Max Verstappen.

Sainz (LaPresse)
Sainz (LaPresse)

Tuttavia, il passo gara delle Rosse dotate del pacchetto di aggiornamenti è stato molto negativo: i due del Cavallino hanno dimostrato di avere dalla loro un ottimo time attack, ma dal secondo giro in poi, la F1-75 ha iniziato a scivolare sulle gomme, perdendo il bilanciamento che si ha con gli pneumatici freschi.

Sainz ha girato nel primo stint con le Soft, mentre Leclerc indossava le Medie. Entrambi sono crollati dopo pochi giri, mostrando un ritmo nettamente inferiore alle Red Bull, ma anche e soprattutto alle Mercedes. Le frecce d’argento dotate di un corposo pacchetto di aggiornamenti sembrano rinate, alimentando i dubbi sulla gestione del Budget Cap che è una delle questioni più roventi di questi giorni.

La Ferrari deve assolutamente lavorare duro, per non dare a tutti il pensiero che sin qui sia stata tutta un’illusione. I tifosi si attendevano tutt’altro dagli sviluppi portati, rivangando ciò che accadeva in passato. La Rossa ci ha abiutato a costruire delle vetture competitive ad inizio anno, che poi man mano crollavano nel corso della stagione. Ciò è accaduto spesso ai tempi di Fernando Alonso, con la Red Bull che poi prendeva il largo.

Il disastro va assolutamente evitato, perché la stagione è molto lunga e questa è una pista che, sulla carta, è favorevole alla Ferrari. Se domenica ci si dovesse trovare alle spalle della Mercedes, sarebbe indice del fatto che gli aggiornamenti sono stati del tutto sbagliati, e che la stagione potrebbe complicarsi. Per ora è bene aspettare ciò che accadrà domani, ma neanche all’interno della Scuderia modenese si attendevano un inizio simile.

Sainz, ecco il suo commento dopo il venerdì

Carlos Sainz è l’idolo locale a Barcellona, dove ha chiuso sempre a punti sin dal 2015 in avanti. Lo spagnolo è stato accolto da una vera e propria ovazione quando è sceso in pista per la prima volta in mattinata, ma poi non ha mostrato lo stesso passo di Charles Leclerc.

La gestione delle gomme sarà molto delicata, ed anche altri piloti come Sergio Perez si sono lamentati del degrado. Le Ferrari, tra i top team, sono quelle che hanno faticato maggiormente, ed occorre migliorare immediatamente le cose se si vuole puntare almeno al podio.

Al termine della giornata, Sainz ha commentato quanto visto in pista: “La seconda sessione di libere è stata un po’ più difficile della prima perché abbiamo faticato con gomme e bilanciamento dopo aver variato alcune regolazioni. Dobbiamo guardare i molti dati di cui disponiamo e sono fiducioso che riusciremo a trovare un assetto che mi faccia sentire più a mio agio. Sembra che ci sia parecchio degrado con le alte temperature in pista“.

Questo potrebbe essere cruciale per la gara e ci lavoreremo sopra. Sono rimasto impressionato dal numero di spettatori che c’erano già oggi sulle tribune, è bellissimo vedere così tanta gente che fa il tifo per noi: ci regala buone vibrazioni e una motivazione extra”. Successivamente, a Sky Sport F1, l’ex pilota della McLaren ha aggiunto: “Sogno di vincere a casa soprattutto con questa Ferrari competitiva, quindi sicuramente sfruttiamo al massimo l’auto per provare a vincere“. L’obiettivo è chiaro, ma la Ferrari dovrà sistemare le proprie magagne in fretta per vincere la gara.