Bentley, la prima elettrica sarà una vera “bomba”: che spettacolo (VIDEO)

L’annuncio è stato fatto: dal 2025 Bentley produrrà il suo primo veicolo elettrico. E promette di essere davvero “forte”, in tutti i sensi.

La politica dei modelli unici funziona. Lo sanno tante case automobilistiche, che negli ultimi anni hanno deciso di creare delle macchine a tiratura limitatissima che hanno permesso ai vari brand di fare il pieno di attenzioni e, magari, di rimettersi in carreggiata dopo annate non troppo buone dal punto di vista delle vendite, anche a causa della pandemia. Negli ultimi anni però c’è anche stata la corsa all’elettrico, che ha visto coinvolti in vari modo tutti i grandi marchi. Tanto che ormai si pensa che entro una decina di anni i modelli “con la spina” soppianteranno definitivamente quelli a motore termico.

Il logo Bentley (foto ufficiale)
Il logo Bentley (foto ufficiale)

La Bentley, da sempre sinonimo di eleganza e sportività con modelli davvero particolari, è addirittura andata oltre, cercando di pensare modelli 100% elettrici, ma capaci anche di prestazioni impressionanti. L’obiettivo sarà anche quello di diventare “green”, ma la realtà è che il marchio inglese punta anche a produrre uno dei veicoli di serie più veloci al mondo.

Bentley, un futuro elettrico (e potente)

In realtà il primo veicolo elettrico della casa automobilistica britannica non arriverà sul mercato prima del 2025, ma i “preparativi” fervono. Anche perché non si vuole sbagliare nulla, anzi. Perché, come detto, va bene l’elettrico, ma nel primo modello del genere di Bentley ci deve essere tutta la sua filosofia.

Ad Auto News Europe, l’amministratore delegato di Bentley Adrian Hallmark ha parlato di questa vettura, che potrebbe avere fino a 1.400 CV ed essere in grado di raggiungere i 100 km/h in appena 1,5 secondi. “Se abbiamo 650 CV ora con la GT Speed, ne avremo il doppio con il BEV”, ha detto Hallmark. Ma n realtà l’erogazione della potenza in un’auto elettrica è ben diversa da quella di una “normale”. E per questo Bentley sta pensando che a creare una vettura che permetta diverse modalità di accelerazione. Perché per Bentley non conta in realtà solo la “brutalità” dell’accelerazione, ma come questa viene erogata.

Ad oggi Bentley non ha ancora dichiarato quale forma assumerà il suo primo veicolo elettrico, anche se diversi concept sono stati presentati al pubblico e potrebbero essere d’ispirazione per questo. Tra le uniche certezze c’è che l’EV sarà basato sulla piattaforma Premium Performance Electric (PPE) del Gruppo VW sviluppata da Audi e Porsche e che la casa inglese non lo progetterà per assomigliare a un’auto elettrica che vediamo di solito. Inoltre promette comunque costi “contenuti”, perché i dirigenti ritengono molto più economico un propulsore elettrico rispetto all’attuale V12.

Chissà se sarà davvero così. Ma da Bentley ci credono eccome. Ora non rimane altro che aspettare e vedere se entro la fine dell’anno arriveranno delle novità definitive su questo modello. Anche perché la rete è piena di possibili modelli della casa inglese da cui trarre ispirazione per la prima vettura elettrica della sua storia. Alcune addirittura fin troppo futuribili. Come sempre la verità starà nel mezzo, ma con Bentley meglio non scherzare troppo: la sorpresa è sempre dietro l’angolo.