Red Bull incontenibile: ecco quando arriveranno aggiornamenti sulla RB18

La Red Bull non si ferma e continua a sviluppare la RB18, che nei prossimi mesi subirà ancora grandi interventi tecnici.

In casa Red Bull è già pronta la risposta a quelle che saranno le novità tecniche che Ferrari introdurrà in Spagna. Sulla carta, ora arriveranno due piste più favorevoli alla Rossa, che tenterà di riallungare in testa alla classifica mondiale dopo le due vittorie di Max Verstappen maturate ad Imola ed a Miami.

Red Bull RB18 (ANSA)
Red Bull RB18 (ANSA)

Quello di Barcellona sarà un appuntamento fondamentale per i sogni di gloria del Cavallino, con Charles Leclerc e Carlos Sainz che dovranno essere perfetti per battere il campione del mondo. Lo spagnolo non dovrà più permettersi errori, tantomeno partenze a rallentatore come quella che ha regalato la seconda posizione all’Orange l’altra domenica.

La Red Bull è fortissima, e può contare su un Sergio Perez decisamente più competitivo in questo inizio di stagione rispetto allo scorso anno. Il messicano non ha vissuto un fine settimana facile in quel di Miami, ma sul suo mesto quarto posto ha influito anche la perdita di potenza, senza la quale avrebbe sicuramente insidiato maggiormente le due Ferrari.

Come detto, domenica si correrà a Barcellona, una delle piste più belle e tecniche di tutto il campionato. Su questo tracciato, Red Bull e Ferrari attendono una loro vittoria da tante stagioni. Il Cavallino è a bocca asciutta dal 2013, nel giorno dell’ultima affermazione in carriera di Fernando Alonso che chiuse davanti alla Lotus di Kimi Raikkonen ed all’altra Rossa di Felipe Massa.

Da Imola in poi, la situazione in termini di performance tra il Cavallino a la rivale è cambiata notevolmente. Nelle prime tappe, nonostante una top speed inferiore, la Rossa poteva contare su un gran vantaggio in termini di velocità in curva, che consentiva una miglior gestione delle gomme, cosa che in gara fa tutta la differenza del mondo.

Da Imola in poi, la situazione si è del tutto ribaltata, grazie agli aggiornamenti tecnici che sono arrivati e che hanno permesso una riduzione del peso di circa 4 kg. Tutto ciò si è tradotto in un gran vantaggio in termini di bilanciamento, e la gestione degli pneumatici, in particolar modo delle mescole più morbide, ora è tutta a favore degli anglo-austriaci. Le F1 ad effetto suolo generano la loro efficienza dal fondo, ed è lì che la Ferrari interverrà in gran parte sin da Barcellona.

Red Bull, pronto per Silverstone un nuovo pacchetto

La Red Bull è già proiettata molto in avanti, e sta dimostrando di avere un’idea di sviluppo del tutto diversa dalla Ferrari. La Scuderia modenese porterà infatti un pacchetto completo a Barcellona, mentre sulla RB18 si interviene per gradi, portando aggiornamenti si importanti ma non del tutto rivoluzionari in una singola tappa, preferendo procedere per gradi.

Ad Imola è arrivato un pacchetto, a Barcellona ci sarà dell’altro, e secondo quanto riportato da “RacingNews365“, un altro grande step è atteso per Silverstone. L’obiettivo dei prossimi aggiornamenti è rendere l’auto più leggera di circa 7 kg. Per questa operazione è stato necessario ridisegnare alcune parti, non solo a livello aerodinamico. Molti dettagli dell’auto che non possono essere visti dall’esterno sono stati modificati. Parti della fonte di alimentazione ed in particolare i sistemi di raffreddamento ed i radiatori sono stati modificati per garantire la stessa distribuzione del calore.

Dal punto di vista aerodinamico, sono previste regolazioni per il diffusore e la parte anteriore del fondo. Anche le regolazioni dell’ala non sono ancora escluse, specialmente con le piastre terminali. A Barcellona tutti i concorrenti guarderanno con uno sguardo molto attento la Red Bull e la RB18, non solo per vedere cosa hanno portato con sé Adrian Newey ed il suo staff, ma anche per fare il punto sull’impatto finanziario della squadra austriaca. Questo, ovviamente, in considerazione del Budget Cap imposto.