Valentino Rossi, nuovo riconoscimento: la MotoGP non sarà più la stessa

Il numero di Valentino Rossi verrà ritirato per sempre dalla MotoGP. Un evento è previsto per il Gran Premio d’Italia al Mugello.

Un evento imperdibile per tutti gli appassionati di Valentino Rossi e della MotoGP. In occasione del Gran Premio d’Italia, verrà ritirato il #46 del “Dottore”, che nessuno potrà più indossare sulla propria moto in futuro. Ci sarà una cerimonia al Mugello per effettuare il ritiro, e siamo sicuri che sarà un momento molto emozionante.

Con un comunicato stampa, la MotoGP ha annunciato la decisione: “Il numero 46 sarà ritirato dall’uso nella classe MotoGP™ all’Autodromo Internazionale del Mugello. Sinonimo del nove volte Campione del Mondo e Leggenda del MotoGP™ Valentino Rossi, il numero sarà firmato in grande stile al prossimo Gran Premio d’Italia Oakley

Per Valentino Rossi verrà organizzata una sorta di festa: “La cerimonia del ritiro si svolgerà sabato sul rettilineo principale, poco prima delle qualifiche. Rossi sarà presente mentre la sua eredità viene onorata e il numero viene ritirato, avendo corso con il numero 46 nella MotoGP™ Legends Hall of Fame in 26 stagioni di successi, creando uno dei biglietti da visita più riconoscibili nello sport globale“.

Il “Dottore” ha vinto nove campionati del mondo, 115 vittorie e 235 podi in tutte le classi, giocando un ruolo chiave nella ridefinizione dello sport per milioni di fan in tutto il mondo. Ritiratosi alla fine della stagione 2021, è stato inserito nella MotoGP™ Legends Hall of Fame di Valencia e il suo numero ora si unirà a lui come spettatore mentre si gode il campionato di motociclismo più veloce del mondo. Assicurati di salvare la data e sintonizzati per il Gran Premio d’Italia Oakley dal 27 al 29 maggio mentre Rossi torna al Mugello per un sabato spettacolare che sarà differente da tutti gli altri“.

Valentino Rossi, un evento memorabile al Mugello

Sicuramente, si tratta di una grande gioia per la leggenda di Valentino Rossi, e com’è giusto che sia, non vedremo più al via nessuno con il #46 in futuro. Il nove volte campione del mondo, come confermano le statistiche che si trovano all’interno del comunicato, ha scritto una pagina di storia memorabile delle due ruote, e quest’omaggio lo testimonia in pieno.

Il 2022 è l’anno dei nuovi inizi per Valentino Rossi, che il 14 novembre dello scorso anno ha detto addio alla MotoGP. In occasione del Gran Premio del Portogallo, il “Dottore” è tornato a far visita al Motomondiale, seguendo i ragazzi della sua Academy e tornando a respirare l’aria di un week-end di gara.

Attualmente, il nove volte campione del mondo è impegnato nel Fanatec GT World Challenge con un’Audi R8 LMS gestita dal team WRT, con il quale sta crescendo gara dopo gara. Il pilota di Tavullia ha bisogno di fare esperienza, e la squadra con cui gareggia è perfetta vista la grande professionalità ed i risultati del passato. Nel week-end attualmente in corso, sarà impegnato nelle due tappe di Magny-Cours, dove vorrà confermare la crescita già messa in mostra a Brands Hatch.

Il “Dottore”, che nel frattempo è anche diventato papà della piccola Giulietta, nata lo scorso 4 marzo, ha esordito nel Fanatech GT World Challenge il 3 aprile ad Imola, a bordo dell’Audi R8 LMS gestita dal Team WRT. Il trio composto dal pilota di Tavullia, da Nico Muller e da Frédéric Vervisch ha concluso in diciassettesima posizione, in una gara splendida e caratterizzata da tante Safety Car.

Il Gran Premio d’Italia che si disputerà al Mugello sarà una grande occasione per i tifosi, che vorranno sicuramente assistere alla cerimonia organizzata per il loro beniamino. Come avvenuto lo scorso anno a Misano, ci attendiamo di vederlo piuttosto commosso ed emozionato, per un bagno di folla ed un riconoscimento che non capita tutti i giorni.