F1, Williams divorzierà da Mercedes? Ci potrebbe essere una novità

Capito non esclude che Williams possa cambiare fornitore dei motori in F1: il team principal apre a una nuova prospettiva.

La Williams è il fanalino di coda nella classifica costruttori della Formula 1. Solo 3 i punti conquistati nei primi cinque gran premi del calendario 2022, tutti con Alexander Albon.

Williams (ANSA)
Williams (ANSA)

La scuderia di Grove sperava di essere in una situazione migliore grazie al nuovo regolamento tecnico, invece c’è ancora tanto lavoro da fare per essere davvero competitivi. Nel team si respira aria di fiducia, però c’è anche un po’ di insoddisfazione. E non solo per il fatto che il livello della monoposto non è ancora quello sperato.

Infatti, se da una parte Albon ha portato a casa gli unici punti finora, dall’altra c’è un Nicholas Latifi che sta deludendo. Tra incidenti e risultati negativi, il pilota canadese non sta disputando affatto un buon campionato. Il giornalista Joe Saward non esclude neppure che possa essere sostituito da Nyck De Vries durante la stagione, se non ci sarà una svolta.

F1, Williams passerà da Mercedes ad Audi?

A proposito di cambiamenti, ma non a breve termine, andrà capito se la Williams continuerà o meno la sua partnership con la Mercedes. Quest’ultima fornisce i motori e non solo allo storico team inglese. C’è un contratto valido fino al 2025, poi entrerà in vigore un nuovo regolamento sui propulsori e probabilmente ci saranno altri costruttori sulla scena.

Da mesi ormai si parla del probabile ingresso di Audi e Porsche in F1. Entrambi i marchi fanno parte del gruppo Volkswagen e c’è già stato un via libera per entrare nel Circus, a patto che le nuove regole sui motori siano ritenute vantaggiose. Non sono ancora state ufficializzate.

Se per la Porsche ci sono rumors insistenti su una partnership con la Red Bull, più incerto è il futuro di Audi. Il tentativo di acquistare la McLaren non è andato a buon fine finora e dunque l’azienda tedesca valuta altre possibilità. Ci sono voci su un interessamento per scuderie come Aston Martin, Sauber e Williams.

A proposito di un possibile accordo con la Williams, è stato il team principal Jost Capito a commentare le indiscrezioni circolate: “Per ogni squadra – ha detto a F1-Insider.com – è interessante collaborare con una casa automobilistica. Se davvero verrà annunciata una decisione, allora avvieremo dei colloqui. Per adesso non c’è ancora il via libera definitivo”.

Capito è pronto a parlare con Audi, ma serve prima che l’azienda tedesca ufficializzi definitivamente il suo ingresso in Formula 1. Una scelta che è subordinata a una condizione specifica: “La decisione del gruppo Volkswagen – spiega il team principal Williams – dipende dalle regole sui motori. Credo che nelle prossime settimane verranno approvate e poi vedremo”.

Bisogna attendere l’approvazione definitiva delle norme sui propulsori che entreranno in vigore dal 2026, poi dalla Germania dovrebbero arrivare notizie ufficiali sull’ingresso nel Circus di Audi e Porsche. Sarà interessante vedere con quali modalità entreranno nel campionato e se ci saranno pure altri marchi a voler fare lo stesso.