F1, Audi e Porsche possono entrare nel circus: ecco la data dell’esordio

L’Audi è ad un passo dall’annunciare l’ingresso in F1 nel 2026, mentre la Porsche è in fase di studio. Ecco tutte le novità del momento.

F1 (GettyImages)
F1 (GettyImages)

Il mondo della F1 si sta preparando ad una grande svolta, dal momento che nel 2022 arriverà un cambiamento regolamentare che segnerà uno stacco completo con il passato. Le nuove monoposto sono ormai quasi pronte, e verranno presentate attorno alla metà di febbraio. Dal 21 al 25 febbraio è prevista la prima sessione di test a Barcellona, con l’inizio del mondiale fissato per il 20 marzo in Bahrain.

Come potete immaginare, le aspettative di tutti i team e dei tifosi sono altissime, ed in questi primi giorni dell’anno, le squadre hanno già mostrato sui social la loro impazienza. La Mercedes ha addirittura caricato un’immagine di una vettura intera con il logo della Stella a tre punte, completamente nera. Ovviamente, non si tratta della nuova W13, ma rende bene l’idea di quanto anche le squadre abbiano voglia di tornare in pista.

La Red Bull si presenterà con una rivista power unit Honda, che verrà poi congelata sino al termine del 2025. Max Verstappen guiderà da campione del mondo, e partirà con i favori del pronostico, sapendo che confermarsi non è mai semplice. Dal canto suo, Lewis Hamilton sarà ancora nervoso per il finale di Abu Dhabi, ed avrà tutte le carte in regola per riprendersi il mondiale.

F1, cosa cambierà nel 2022? Scopriamo tutte le novità tecniche

F1, nel 2026 potrebbero entrare Audi e Porsche

Di un arrivo del gruppo Volkswagen in F1 si parla da tanto tempo, adesso sembra esserci qualcosa di molto più concreto rispetto al passato. I due brand di punta del gruppo, ovvero Audi e Porsche, stanno tornando prepotentemente ad investire nel motorsport. Dopo i trionfi nel mondiale endurance ed a Le Mans nel decennio scorso, entrambe le case torneranno in questa categoria nel 2023, per dare l’assalto alla 24 ore del centenario.

La Porsche si è legata al team Penske per andare a cercare il grande risultato, mentre ad Ingolstadt non hanno ancora fornito dettagli convincenti su un programma che è comunque confermato. L’Audi è la più accreditata tra i due costruttori ad arrivare nel Circus, e dovrebbe farlo nel 2026, anno del debutto delle nuove power unit più semplificate e prive dell’MGU-H.

Recentemente, la casa dei quattro anelli ha fatto ben intendere la sua volontà, rilasciando qualche dichiarazione tramite l’amministratore delegato Markus Duesmann e il capo dello sviluppo tecnico Oliver Hoffmann: “Recentemente abbiamo visto la prima bozza del regolamento tecnico, sportivo e finanziario. Crediamo che contenga soluzioni soddisfacenti per tutti i nostri obiettivi. Non vediamo l’ora di lavorare per confermare il nostro ingresso in F1“.

Red Bull, arriva l’annuncio ufficiale della Honda: notizia clamorosa

L’Audi sembra davvero fare sul serio, ed un annuncio ufficiale potrebbe già arrivare nei primi mesi del 2022. Leggermente più incerta la posizione della Porsche, che ha comunque intenzione di tentare l’assalto al Circus. Il CEO Oliver Blume ed il nuovo vice-presidente del motorsport, Thomas Laudenbach hanno voluto subito mettere in chiaro le loro idee: “Stiamo seriamente pensando ad entrare in F1 e siamo spesso in contatto con la FIA, ma non è stata ancora presa nessuna decisione. Vorremmo vedere più parti standard nel motore e libertà nelle parti elettriche. E molti dei fattori che ho menzionato, da quello che sappiamo, potrebbero diventare realtà“.