F1, Charles Leclerc pole da paura: ecco cosa teme per la gara

Il driver della Ferrari, Charles Leclerc, ha ottenuto il miglior tempo in qualifica. Il ritorno del Circus in Florida a 63 anni di distanza dall’ultima volta sta riservando tante sorprese.

Atmosfera rovente sul tracciato di Miami per la quinta tappa del campionato del mondo 2022. Il weekend è ricominciato, esattamente, come era finito quello precedente di Imola. Red Bull Racing e Ferrari sono ancora lì a contendersi la prima posizione. Il rapidissimo tracciato cittadino di Miami ha visto la RB18 fare la voce grossa nell’ultima sessione di prove libere. Sergio Perez ha sfruttato al massimo i cavalli del motore Honda per issarsi in prima posizione. La Ferrari ha dimostrato la sua forza in qualifica.

Charles Leclerc (LaPresse)
Charles Leclerc (LaPresse)

In molti hanno storto il naso, testando il layout adibito in Florida nella location situata nell’area adiacente l’Hard Rock Stadium dei Dolphins di NFL. Si tratta della prima volta a Miami, mentre in passato i piloti erano stati protagonisti negli Stati Uniti a Sebring, Riverside, Watkins Glen, Long Beach, Las Vegas, Detroit, Dallas e Phoenix, oltre che ad Austin dove si correrà domenica 23 ottobre. Il prossimo anno Liberty Media proporrà addirittura 3 tappe negli States con l’aggiunta di Las Vegas.

La classifica piloti vede Charles Leclerc davanti a Max Verstappen di 27 punti. In classifica costruttori, invece, la Rossa ha undici punti in più della Red Bull Racing. Le caratteristiche della pista potrebbero favorire in gara la Red Bull Racing. L’auto austriaca è un fulmine sui rettilinei, come confermato dai riferimenti cronometrici sui rettifili. Programmati 57 giri totali. Le zone DRS saranno tre con la possibilità di raggiungere la velocità massima di quasi 330 km/h. Insomma non è Jeddah, ma è una pista molto veloce. In Arabia Saudita a vincere fu proprio Max Verstappen.

Le parole di Charles Leclerc

Nel Q3 il pilota della Ferrari ha svolto un lavoro egregio, iniziando a spingere come un indemoniato dopo un primo settore non perfetto. La pole position è un giusto premio per il giovane leader della classifica. A caldo, subito dopo aver siglato la pole, ha dichiarato: “E’ incredibile essere qui negli Stati Uniti e vedere quanto lo sport sia cresciuto negli ultimi anni e vedere così tanti tifosi sugli spalti, molti della Ferrari, è fantastico. Nell’ultimo weekend ho commesso un errore in gara, ma oggi è andata bene. Partiamo dalla pole position e dobbiamo completare l’opera domani”.

E’ stato chiesto a Charles se fosse preoccupato della velocità della Red Bull Racing sui rettilinei e il monegasco ha risposto: “Si loro sono estremamente veloci in rettilineo, noi siamo veloci in curva. Sarà una sfida e una battaglia dura domani. Speriamo di prevalere noi”. Il pilota della Rossa è consapevole che le RB18 saranno molto forti domani. Sarà una grande battaglia, ma al suo fianco avrà il suo compagno di squadra Carlos Sainz. In seconda fila partiranno agguerrite le due Red Bull Racing. “Sono felice per il team, per Carlos e per me ovviamente perché è stato un buon giro. Quando ho fatto un errore nel primo settore, sono riuscito a mettere il giro insieme poi, ho dato il massimo e ho fatto la pole position. Speriamo di finire nel migliore dei domani”, ha analizzato Leclerc.

A Sky CL16 ha aggiunto: “Non ho avuto tutto sotto controllo. Ho sbagliato curva 1,2,3 non ce l’ho fatta, in gara è meglio però in qualifica non c’è il feeling con il set-up che ho messo in macchina. Faccio fatica dunque lì, ho perso tanto e ho perso un po’ rispetto al mio giro di prima. Ho perso tanto rispetto a Carlos o altri, dopo quello ho spinto al massimo e tutto è andata abbastanza bene per il resto del giro, però dobbiamo lavorare e capire queste prime tre curve”.

Il passo gara era abbastanza buono, non abbiamo il riferimento di Max, abbiamo quello di Checo ed era abbastanza buono rispetto a Checo. Però non dobbiamo neanche scartare Max perché con più giri domani sarà ancora più vicino e ancora una volta nei rettilinei vanno fortissimo e dunque sarà difficile. E’ bello vedere Carlos con me in prima linea, speriamo di poter tenere queste due posizioni fino alla fine domani, ma con una bella partenza, se rimaniamo primo e secondo, sarà una cosa positiva per il resto della gara. L’asfalto è molto diverso rispetto a quello che abbiamo visto prima. Penso che sarà anche una delle gare più dure fisicamente domani perché la temperatura fa veramente caldo nelle macchine”, ha concluso Leclerc.