F1, GP di Miami: orari, lunghezza del tracciato e curiosità

Dove si corre il GP di Miami di F1, quanto costavano i biglietti, quanti giri dovranno compiere i piloti, favoriti e tanto altro.

Max Verstappen si è preso la scena in Emilia-Romagna e vuole la testa della classifica. Ma davanti a tutti, resta Charles Leclerc, mentre quella dei Costruttori è capeggiata dalla Ferrari, a +11 sulla Red Bull. Ma chi vincerà a Miami, in Florida? Perez, Sainz, ma anche altri, si sono già messi in fila.

F1 2022 (Ansa)
F1 2022 (Ansa)

Quanto è lungo il GP di Miami

Il Miami International Autodrome è un circuito cittadino, che non dista molto dall’Hard Rock Stadium. Per i piloti, sarà dura affrontare la bellezza di 19 curve, proprio come ad Imola, per percorrere un tragitto di 5 412 m, in 57 giri. Questo, farà percorrere nel totale ad ogni vettura, 308.32 km. Le zone DRS, sono 3.

Dove si corre il GP di Miami di F1

Il GP ovviamente porta con sé il nome della città. Si corre a Miami, vale a dire in Florida. La bellissima città statunitense dove la lingua più parlata è lo spagnolo, è a Sud Est degli Stati Uniti, quasi di fronte alle Bahamas.

Quanto costa il biglietto per assistere al Gran Premio

Per acquistare i biglietti di tutto il week-end, quindi da venerdì a domenica, della Campus Pass, costa al momento, un minimo di 749 dollari. Tre giorni alla Family Grandstand, costa in luogo D3, minimo 1.087 dollari, nella D2 anche 1,313 dollari. Il costo minimo per un Marina Grandstand è 1.265 dollari, e per la Turn 18, 1.325 dollari. Arriviamo anche alla Beach Grandstand, con i suoi 1.551 dollari, e l’ambitissima tre giorni alla Start/Finish che ad oggi si trova al minimo, a 1.893 dollari. Volete il Veranda Club? Sborserete almeno 5,437 dollari ed invece per il Champions Club, 8.108. Ma abbiamo anche il Paddock East a 10.120 dollari e lo Yacht Club a 14.141 dollari.

Chi ha vinto l’anno scorso a Miami

La vittoria al Gran Premio di Miami dell’8 maggio 2022, sarà storica. Questo, perché la Formula 1 non ha mai gareggiato qui, è l’inaugurazione assoluta del circuito per la maggior categoria di monoposto. Quindi c’è un motivo in più, per cercare la vittoria adesso.

Dove vedere il GP di Miami in TV e streaming

Se non volete perdervi neanche un chilometro percorso dalle spettacolari vetture della F1, attorno allo stadio dove giocano i Miami Dophins, dovrete accendere il decoder di Sky. Venerdì alle 20:30 iniziano le Prove Libere 1 e alle 23:30 le Prove Libere 2. Saranno in diretta su Sky Sport F1. Sabato alle ore 19:00 ci sono le Prove Libere 3, per poi andare alle Qualifiche delle 22:00, sempre su Sky Sport F1. Ed ancora sullo stesso canale, la Gara andrà in onda domenica dalle 21:30. In diretta, tutto è visibile anche su NOW. Per lo streaming, c’è skysport.it .

Quando ci sono le repliche del GP di Miami di F1

In differita ed in chiaro, potremo assistere non solo alla Gara, ma anche alle Qualifiche del sabato. Si tratta di sintonizzarsi su TV8 e per il sabato, attendere le 23:30. La differita invece della corsa domenicale, è alle 23:00. Ovviamente, sui canali Sky dedicati alla F1, ci sarà sicuramente nei giorni successivi la Gara, qualche edizione ristretta, se non la replica di tutto il GP.

Chi è favorito per il prossimo GP di Miami di F1

Ci sono due piloti che si stanno dando filo da torcere a vicenda e qui, nessuno ha mai vinto (anzi, corso). Per capire chi è il favorito, possiamo solo rifarci alle idee dei bookmakers. Al solito, noi abbiamo scelto il sito italiano della SNAI, per farci un’idea delle quotazioni legate al GP di Miami. Al momento, i più indicati alla vittoria finale, sono due. Uno, sarebbe Max Verstappen, il ragazzo della Red Bull, quotato a 2.25. L’altro, con quote uguali, è Charles Leclerc della Ferrari. Difficile quindi, anche per gli esperti, definire un favoritissimo.

Dopo di loro, ci sono Sergio Perez e Carlos Sainz, quotati a 10. Più in basso, Hamilton, Russell e Norris a 33. La vera sorpresa, sarebbe invece Daniel Ricciardo a 75. Fernando Alonso, è finito tra i cinque piloti dati a 100, mentre altri tre sono quotati a 250. Altri due, sono dati a 500, mentre sembra impossibile che la vittoria finale spetti a Nicholas Latifi o Alex Albon, quotati 1.000.