F1, GP Miami: Orari TV e streaming su SKY e TV8

Il mondiale di F1 fa il suo debutto sul tracciato di Miami, dove si disputa la quinta tappa della stagione 2022. Ecco tutte le informazioni.

La F1 torna lontana dall’Europa per la quinta tappa del mondiale 2022. A Miami assisteremo ad un nuovo atto della sfida tra la Red Bull e la Ferrari, con il team di Milton Keynes che, per la prima volta, arriverà in pista nel ruolo di grande favorita per la vittoria finale in gara.

F1 (LaPresse)
F1 (LaPresse)

Max Verstappen ha infatti dominato la scena in quel di Imola, vincendo per il secondo anno consecutivo il Gran Premio dell’Emilia Romagna e del Made in Italy. Sul tracciato situato sulle rive del Santerno, il campione del mondo ha dominato la scena, facendo segnare la pole position, vincendo la Sprint Race del sabato, la gara della domenica, il tutto condito dal giro più veloce e da una corsa comandata dal primo all’ultimo giro.

Per il primo campione olandese della F1 si è trattato del secondo Grand Chelem in carriera, dopo quello ottenuto lo scorso anno in Austria. Verstappen si è ripreso anche il ruolo di favorito per la conquista del titolo mondiale, pur restando a -27 da Charles Leclerc in classifica.

Questo distacco permette al monegasco di avere la certezza di lasciare anche Miami da leader del mondiale, anche in caso di ritiro o di finale fuori dai punti. La Red Bull si è messa a -11 dalla Ferrari tra i costruttori, scavalcando prepotentemente la Mercedes e mettendosi a caccia della Scuderia modenese.

La RB18, dopo la cura dimagrante che le ha permesso di ridurre il proprio peso di 4 kg, è tornata la macchina migliore, mentre la Ferrari si è adagiata sugli allori non portando sviluppi. Per la Red Bull si è trattato del primo 1-2 dal GP della Malesia del 2016, quando Daniel Ricciardo concluse davanti a Verstappen, nel giorno in cui Lewis Hamilton disse addio al mondiale a causa della rottura del motore.

A Miami si attende anche un segnale di vita da parte del sette volte campione del mondo, umiliato da George Russell anche ad Imola. L’ex Williams ha rimontato brillantemente in gara chiudendo al quarto posto, mentre l’asso nativo di Stevenage non è andato oltre una terribile tredicesima piazza.

Per uno che ha vinto così tanto si tratta di uno smacco importante, che alimenta i sospetti sul suo reale contributo nelle vittorie della Mercedes. Ed una domanda sorge spontanea: su quella vettura avrebbero vinto tutti? Nessuno lo saprà mai con certezza, ma questi risultati lasciano molti dubbi e poche risposte.

F1, ecco tutte le informazioni sul GP di Miami

La F1 farà il suo debutto a Miami nel week-end compreso tra venerdì 6 e domenica 8 maggio, prima di fare definitivamente ritorno in Europa con gli appuntamenti di Barcellona e Monte-Carlo. Nonostante la superiorità messa in mostra dalla Red Bull ad Imola, fare pronostici esatti è impossibile, visto che in Florida non si è mai corso e non si hanno riferimenti.

Prima di tutto, diamo qualche informazione sul tracciato. Il Miami International Autodrome è un circuito cittadino non permanente, la cui costruzione è stata completata in extremis, ed è situato a Miami Gardens, ovvero un centro abitato (City) degli Stati Uniti d’America, situato nella contea di Miami-Dade dello Stato della Florida. La sua popolazione è di oltre 100 mila abitanti.

Il circuito, che è situato all’interno dei terreni privati dell’Hard Rock Stadium (non sfrutterà quindi strade pubbliche), farà uso di percorsi asfaltati già esistenti e di nuova costruzione. Il progetto scelto presenta 19 curve ed è percorribile a una velocità media di 223 km/h. Esso offre tre zone per l’utilizzo del DRS, che verranno poste rispettivamente tra le curve 10 e 11, 16 e 17 e sul rettilineo del traguardo.

Il circuito è prevalentemente privo di cambiamenti di altezza. Il terreno presenta delle ondulazioni che i progettisti hanno integrato nella pista. Il maggior dislivello si trova tra le curve 13 e 16, dove il tracciato passa sotto a dei cavalcavia su un terreno irregolare e percorre una corsia di decelerazione della Florida’s Turnpike.

Tra curva 16 e curva 17 è presente un rettilineo di quasi 1,3 chilometri, che rientra tra i più lunghi di tutto il mondiale. Si tratta di un tracciato piuttosto rapido e che, almeno sulla carta, offre diversi punti di sorpasso, specialmente per queste F1 le quali riescono a seguire più da vicino coloro che precedono.

Come anticipato, è difficile fare pronostici sulle performance, ma la Red Bull appare la grande favorita viste le grandi velocità di punta mostrate sino ad oggi. L’efficienza aerodinamica della RB18 potrebbe fare la differenza, ma la Ferrari non può permettersi un’altra battuta d’arresto ed è pronta alla vendetta.

Di seguito trovate gli orari televisivi del prossimo fine settimana:

Orari TV GP Miami SKY

Venerdì 6 maggio

Prove libere 1

  • Ore 20:30-21:30 su SKY Sport F1

Prove libere 2

  • Ore 23:30-00:30 su SKY Sport F1

Sabato 7 maggio

Prove libere 3

  • Ore 19:00-20:00 su SKY Sport F1

Qualifiche

  • Ore 22:00-23:00 su SKY Sport F1

Domenica 8 maggio

Gara

  • Ore 21:30 su SKY Sport F1

Orari TV GP Miami TV8

Sabato 7 maggio

Qualifiche

  • Orario da definire

Domenica 8 maggio

Gara

  • Orario da definire