Dove abita Jorge Lorenzo? Il luogo è un sogno per tutti

Jorge Lorenzo, vincitore di cinque titoli mondiali delle due ruote, è da poco entrato nella hall of fame della MotoGP. Scopriamo dove abita l’ex centauro della Yamaha.

Il quattro maggio del 1987 è nato a Palma di Maiorca Jorge Lorenzo. Il centauro spagnolo è stato uno dei migliori piloti del ventunesimo secolo. Definito el Martillo sin dai tempi delle classi inferiori, Jorge ha scritto pagine indelebili del Motomondiale. Ha disputato 296 gare, salendo sul podio in 152 occasioni e vincendo 68 gare. Un pilota coraggioso, spavaldo e tremendamente veloce.

Jorge Lorenzo (Ansa Foto)
Jorge Lorenzo (Ansa Foto)

Ne sa qualcosa Valentino Rossi che ha condiviso per anni il box con Jorge Lorenzo. Sin dal suo primo round in MotoGP, il maiorchino diede dimostrazione di abilità straordinarie. Al debutto in Qatar sulla Yamaha nel 2008 arrivò secondo. Erano anni splendidi per la top class con piloti come Stoner, Hayden, Pedrosa e Valentino Rossi. Jorge dimostrò di non temere un campione come VR46, creandogli da subito dei grattacapi in Yamaha.

La caparbietà del Martillo creò, a poco a poco, una spaccatura con l’esperto compagno di squadra perché non si lasciò impensierire dai mind game del Dottore. I due se ne diedero di santa ragione nelle prime tre stagioni con la casa di Iwata, finché non fu VR46 a decidere di mollare e trasferirsi alla Ducati. Lo spagnolo ha conquistato tre corone iridate in top class e ha concluso in altre tre annate al secondo posto della graduatoria mondiale in MotoGP.

Jorge si è ritirato nel 2019, relativamente giovane, a causa di numerosi guai fisici. E’ stato un talento molto precoce. Debuttò in 125 con la Derbi nel 2002. Dopo un triennio passò in 250 con la Honda. La gloria non arrivò con la casa giapponese ma solo nel momento in cui scelse di legarsi all’Aprilia, vincendo due titoli consecutivi nella classe di mezzo. In MotoGP el Martillo divenne il #99, abbandonando il suo numero 48.

La super abitazione di Jorge Lorenzo

L’ex pilota della Yamaha ha corso in MotoGP anche con la Ducati e la Honda. Dopo il controverso trionfo del 2015, il maiorchino trascorse un ultimo anno con il team giapponese, prima di firmare per la Ducati. Il biennio con la casa di Borgo Panigale fu caratterizzato da risultati altalenanti. Il passaggio nel 2019 in Honda, al fianco di Marc Marquez, segnò l’ultima annata del campione in MotoGP. Afflitto dagli infortuni Jorge Lorenz con concluse il campionato 2019 con soli 28 punti, al diciannovesimo posto.

Da quando il pilota ha deciso di appendere il casco al chiodo, a 32 anni, si gode la vita, viaggiando intorno al mondo. La sua dimora si trova in Svizzera, in particolare a Lugano. Si tratta di una proprietà di lusso con vista lago. La scelta è ricaduta nella tranquilla Lugano perché il pilota, a sua detta, riesce a conciliare al meglio i suoi interessi lontano dal caos di Milano o Barcellona. L’appartamento di Jorge Lorenzo a Lugano si trova al sesto piano di un palazzo, in via Antonietti, tra via Calprino e via dei Faggi.

Dani Pedrosa e Casey Stoner e tanti altri centauri hanno deciso di comprare case in Svizzera. Come potete osservare nella galleria fotografica in basso si tratta di un edificio moderno. Il lussuoso appartamento si trova all’ultimo piano e ha un design all’avanguardia. Dalla terrazza Jorge può osservare il lago e la cittadina del cantone ticinese dall’alto in basso. Gli interni sono caratterizzati da un mobilio curato con divani molto comodi. Sulle pareti vi sono diverse vetrine dove lo spagnolo conserva alcuni dei suoi cimeli.

In casa Jorge può rilassarsi in una piscina esterna, allenarsi in una palestra completa e divertirsi con gli amici in una stanza dedicata a sala giochi con un tavolo da biliardo. Il pilota non ha del tutto mollato il Motorsport, dopo aver ricoperto il ruolo di tester e collaboratore per il team Yamaha nel 2020, Jorge Lorenzo ha iniziato una esperienza sulle quattro ruote. Lo spagnolo ha partecipato ad Imola al suo primo evento della Porsche Carrera Cup, chiudendo le qualifiche del sabato con il penultimo posto in griglia, a tre secondi dalla poleman e la gara domenicale nella medesima posizione.