MotoGP Spagna, Warm-up: Nakagami comanda, bene ancora Bagnaia

I piloti della MotoGP sono scesi in pista a Jerez per il Warm-up, con Takaaki Nakagmi che ha preceduto Fabio Quartararo, veloce sul passo.

Tutto pronto per il Gran Premio di Spagna della MotoGP, che si correrà nella giornata di oggi nella splendida cornice di Jerez de la Frontera. Per la prima volta dal 2019 si registra il ritorno del pubblico da queste parti, un elemento fondamentale vista la grande passione dei tifosi iberici, che erano stati costretti a guardare in televisione i loro beniamini nell’ultimo biennio.

MotoGP Takaaki Nakagami (ANSA)
MotoGP Takaaki Nakagami (ANSA)

Le qualifiche di ieri hanno regalato già delle grandi emozioni, con il nostro Pecco Bagnaia che ha ottenuto la settima pole position in carriera sbriciolando il record della pista. Si tratta della prima partenza al palo di una Ducati ufficiale in questa stagione, con una GP22 che fin qui aveva sofferto molto, partendo davanti a tutti solo con il team Pramac ma senza mai confermarsi in gara.

Il rivale più temuto resta Fabio Quartararo, che partirà dalla prima fila e che ha concluso in seconda posizione anche la sessione di stamattina. Davanti a tutti si è issata però la Honda LCR di Takaaki Nakagami, che ha girato in 1’37”442. Ovviamente, nel Warm-up i tempi sono ben più lenti rispetto alla qualifica, dal momento che si va soprattutto a cercare di simulare il passo gara.

Il campione del mondo della MotoGP si è dovuto accontentare del secondo tempo, staccato di poco più di due decimi dal giapponese. Tuttavia, c’è da dire che il ritmo imposto da “El Diablo” è stato nettamente il migliore nell’arco dei venti minuti del turno, dove ha messo in mostra un gran feeling con la Yamaha.

Terzo Bagnaia con la Ducati, attardato di 72 millesimi da colui che oggi partirà al suo fianco. Anche il rider torinese ha messo in mostra un buon passo, e c’è la sensazione che oggi la battaglia per la vittoria sarà circoscritta a loro due. Quarto Jorge Martin, davanti al compagno di squadra in Pramac Johann Zarco. Difficile la qualifica per il team di Paolo Campinoti, che per la prima volta è stato beffato in prova dalla squadra ufficiale.

Sesta piazza per Marc Marquez, che punta ad un buon risultato nella gara odierna dove scatterà dal quinto posto. L’otto volte campione del mondo è stato molto onesto nelle interviste post-qualifica, affermando che per il momento è impegnato in una sfida tra la quinta e la decima posizione, senza possibilità di puntare più avanti.

La Honda è in netta difficoltà, ed in questo fine settimana solo Nakagami e Marquez stanno riuscendo a far vedere cose interessanti. Settima posizione per Joan Mir con la prima delle Suzuki. La squadra diretta da Livio Suppo ha pagato nuovamente una qualifica deludente, con Alex Rins addirittura fuori in Q1. Questa potrebbe essere un’ottima occasione per Quartararo, voglioso di allungare in testa alla classifica dove è al momento appaiato a quota 69 punti con lo spagnolo.

Ottava l’altra Honda di Pol Espargaró, seguito dalla Yamaha di Franco Morbidelli e da Rins. Questa è una delle prime volte in cui il rider romano riesce ad accedere tra i primi dieci, in un anno disgraziato in cui continua a prendere pagaa da Quartararo in ogni fine settimana.

Fatica anche Enea Bastianini, dodicesimo con la Ducati del Gresini Racing, alle spalle di Alex Marquez. Tredicesimo Aleix Espargaró con l’Aprilia davanti alla KTM di Brad Binder e a Maverick Vinales. Aleix scatterà dalla terza casella, ma il passo gara non è sembrato dei migliori.

MotoGP, Nakagami leader ma Quartararo c’è

I rider della MotoGP hanno preso parte al Warm-up per il Gran Premio di Spagna, che si correrà questo pomeriggio sul tracciato di Jerez de la Frontera. Le temperature sono già piuttosto alte, ma i tempi sono stati subito buoni. Sin dai primi minuti si è issato davanti a tutti Takaaki Nakagami, seguito da Fabio Quartararo.

Il giapponese, in odore di addio dalla MotoGP a fine stagione, vuole convincere qualche team a puntare su di lui, anche se quasi tutti sono al completo. Lo stint del campione del mondo in termini di simulazione passo gara è però spaventoso, e lo porta a riprendersi i galloni di favorito per la gara odierna.

Il francese ieri si è visto rifilare quasi mezzo secondo in qualifica da Pecco Bagnaia, ma in gara potrebbe cambiare tutto. Qui a Jerez, Quartararo avrebbe potuto conquistare tre vittorie nelle ultime tre gare disputate tra 2020 e 2021, ma quella dello scorso anno saltò a causa di un problema all’avambraccio che lo costrinse a cedere il passo alle due Ducati.

La Yamaha, come immaginavamo, va a nozze su un tracciato come quello di Jerez de la Frontera, stretto e dove conta molto la precisione in inserimento e la stabilità, mentre la potenza non ricopre un’importanza fondamentale. Il pomeriggio odierno sarà a dir poco entusiasmante. Alle 14 la partenza della gara.