Quartararo s’inchina a Bagnaia: non c’è storia con la Ducati

Fabio Quartararo scatterà dalla seconda casella per il Gran Premio di Spagna, ma ha comunque applaudito Pecco Bagnaia per la pole.

Il grande favorito per le qualifiche del Gran Premio di Spagna è stato sconfitto. Ovviamente, stiamo parlando di Fabio Quartararo, che ha chiuso al secondo posto il sabato di Jerez de la Frontera, ma che può comunque ritenersi soddisfatto. Il campione del mondo ha girato in 1’36”623, vedendosi rifilare quasi mezzo secondo da un fantastico Pecco Bagnaia, che ha regalato alla Ducati ufficiale la prima pole position stagionale.

Quartararo (ANSA)
Quartararo (ANSA)

“El Diablo” è comunque in marcatura, e si è tranquillamente piazzato alle sue spalle in una sessione che ha visto dei distacchi siderali. Fabio ha infatti tre decimi di margine sull’Aprilia di Aleix Espargaró, mentre Jack Miller è quarto a quasi nove decimi di gap dal compagno di squadra.

Come abbiamo anticipato, Quartararo può essere comunque contento, visto che Alex Rins, che condivide con lui la testa della classifica, partirà dal quattordicesimo posto, dopo essere stato eliminato in Q1 a causa delle grandi difficoltà che la Suzuki continua a riscontrare sul giro secco. Visti i passi gara delle prove libere, è probabile che il GP di Spagna sarà una battaglia a due tra Fabio e Pecco, su una pista dove è difficile superare.

Quartararo, grandi complimenti a Bagnaia

Nelle qualifiche odierne ci aspettavamo un grande duello tra Fabio Quartararo e Pecco Bagnaia, ma lo abbiamo potuto vivere solo nel primo tentativo. Nel secondo run, quello decisivo per l’assegnazione della pole position, il rider della Ducati ha messo insieme una prestazione spaventosa, arrivando a girare in 1’36”170.

Il campione del mondo non è riuscito a far meglio di quanto già messo in mostra nel primo time attack, ma ciò gli è comunque bastato per garantirsi la piazza d’onore in griglia di partenza. Il duro lavoro della Ducati ha pagato, e Quartararo non ha mancato di fare i complimenti al rivale nel corso dell’intervista concessa a “SKY Sport MotoGP“.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Credo di aver messo insieme un buon giro, ma non c’è stata una vera battaglia con Pecco. Quando prendi mezzo secondo o quasi significa che l’altro è andato molto più forte, e non capisco davvero dove ha tirato fuori questo tempo. Pecco è stato molto bravo e sarà difficile batterlo perché qui va davvero fortissimo. Sono comunque contento perché abbiamo dimostrato di avere un bel passo e la gara è domani, dobbiamo fare il massimo per potercela giocare alla pari con lui. La Ducati è competitiva e sarà difficile batterla“.