Erede Fiat Punto | Novità Ferrari F1-75 | Alonso deride Leclerc

Le notizie top di questa settimana su TMW riguardano l’erede della Fiat Punto, le novità tecniche della Ferrari F1-75 a Miami e la reazione di Alonso al testacoda di Leclerc a Imola.

Dopo tanti anni di attesa, qualcosa si muove per un’erede della best seller del segmento B della Fiat. Milioni di clienti affezionati alla Punto sono rimasti spiazzati dall’uscita di scena nel 2018 della vettura della casa del Lingotto. Il primo esemplare di Punto fu designata dal grande Giorgetto Giugiaro nel 1993. La prima serie fu un successo clamoroso. Successivamente fu aggiornata con il lancio della seconda generazione, fabbricata dal centro stile Fiat. L’ultima serie, invece, tornò nelle mani dell’azienda torinese Italdesign Giugiaro.

F1 Fiat Ferrari Leclerc Alonso (Ansa Foto)
F1 Fiat Ferrari Leclerc Alonso (Ansa Foto)

L’obiettivo della casa piemontese, ora facente parte del Gruppo Stellantis, è quello di investire su auto elettriche che abbiano un DNA storico. L’erede della Fiat Punto si farà, pur con altro nome, ma eventualmente fosse lanciata con batterie agli ioni di litio dovrà avere costi sostenibili.La riduzione dei costi è una priorità per Stellantis, che punta a rendere il costo totale di proprietà delle auto elettriche equivalente a quello dei veicoli con motore a combustione interna entro il 2026”, ha annunciato Carlos Tavares, CEO di Stellantis, all’EV day 2021.

Promuovere vetture a batterie con nomi storici potrebbe avere un grosso impatto. Ne è consapevole l’amministratore delegato di Stellantis. Sul web si moltiplicano le voci di una vettura di segmento B che dovrebbe essere annunciata nel prossimi mesi. L’architetto e designer Tommaso D’Amico ha dato la sua personale chiave di lettura per lo stile della quarta gen della Punto. L’auto potrebbe essere prodotta sulla piattaforma CMP di origine PSA. Cliccate qui per dare una occhiata al video del render. La carrozzeria è aggiornata con materiali moderni, ricalcando quella del modello precedente.

Ferrari F1-75 con un’arma segreta a Miami

Dopo la batosta nel Gran Premio dell’Emilia Romagna, il team italiano ha deciso di puntare ad una immediata risposta a Miami. La Red Bull Racing con Max Verstappen ha fatto una prestazione maiuscola in Italia, vincendo sia la Sprint Race che la gara domenicale. Charles Leclerc ha concluso al sesto posto, mentre Carlos Sainz Junior ha chiuso con un amaro ritiro. La Rossa si sta focalizzando su un pacchetto specifico per il tracciato americano ad alta velocità. Clicca qui per tutti i dettagli sulle novità della scuderia modenese.

I lavori sono anche sulla Power Unit Superfast che sin qui ha fatto la differenza. Secondo quanto riportato da Motorsport.com il nuovo ERS che avrebbe dovuto debuttare in Spagna, potrebbe già rendersi utile a Miami, con due settimane di anticipo. Una ottima notizia per Leclerc e Sainz che voglio dimenticare i cattivi risultati di Imola. Oltre al nuovo ERS arriveranno anche le altre parti dell’unità propulsiva, vale a dire MGU-K, batterie e centralina, allo scopo di tornare vincere in Florida.

Per ora il mondiale ha visto una sfida a due tra Red Bull Racing e Ferrari. Max Verstappen ha vinto ad Imola e a Jeddah, mentre Charles Leclerc ha trionfato al debutto in Bahrain e in Australia. La Mercedes sembra completamente tagliata fuori dalla lotta al titolo mondiale. Il Cavallino e il team austriaco, con filosofie molto diverse, hanno portato in pista nel 2022 le migliori wing car del lotto.

La reazione di Alonso all’errore di Leclerc

I tifosi della Ferrari hanno dovuto ingoiare un boccone amaro nell’Gran Premio dell’Emilia Romagna. Carlos Sainz si è ritirato, mestamente, al primo giro per una toccatina con Daniel Ricciardo. E’ andata meglio a Charles Leclerc che ha lottato per tutto il corso della gara con Sergio Perez per riprendersi la sua seconda piazza. I ritmi delle RB18 erano indiavolati, ma il monegasco ha cercato di tenere testa almeno al pilota di Guadalajara.

Charles ha commesso un errore improvviso, perdendo il controllo della F1-75 alla variante alta. Il ferrarista ha attraversato con il centro della vettura il cordolo, percorrendo la curva con troppa velocità. L’auto ad effetto suolo si è scomposta ed è finita in testacoda contro le barriere. Il leader della classifica è tornato ai box per sostituire le gomme e l’ala anteriore danneggiata, uscendo dalla pit lane in nona posizione. Alla fine ha chiuso sesto.

La reazione di Fernando Alonso non è stato molto sportiva, come potrete osservare nel link, cliccando qui. Il pilota ha visto in diretta il crash del giovane ferrarista, mentre era al ring delle interviste. Fernando Alonso ha sottolineato il testacoda di CL16 con una risata e poi ha aggiunto “continua, continua”. Lo spagnolo dell’Alpine era stato costretto al ritiro ad inizio gara per aver perso pezzi. La gomma posteriore sinistra della Haas VF22 di Mick Schumacher ha preso in pieno la pancia destra del bicampione.