Lava una Ferrari nera dopo 3 anni: rimarrete a bocca aperta (VIDEO)

Un lavaggio molto particolare ha riguardato una Ferrari 458 Spider che è stata lasciata a prendere polvere per tre anni. Il lavoro è stato straordinario.

Se vi state chiedendo perché un gioiello come la Ferrari 458 possa rimanere tre anni senza un lavaggio e una lucidatina, non abbiamo la risposta al vostro interrogativo. Un numero sempre maggiori di proprietari di supercar lasciano le proprie auto alle intemperie o ad invecchiare in garage. Un vero peccato, ma che si trasforma in una occasione d’oro per i tecnici di AMMO NYC. Il lavoro richiede strumentazioni di alto profilo e una mano esperta, come quella di Larry Kosilla.

Ferrari Logo (Adobe Stock)
Ferrari Logo (Adobe Stock)

La gamma della 458, prodotta dalla Ferrari dal 2009 al 2015, si suddivideva in quattro modelli: Italia, Spider, Speciale e Speciale A, versione spider della Speciale. L’auto che ammirerete nel video in basso è la Spider, presentata a Maranello dai piloti F1 dell’epoca, Fernando Alonso e Felipe Massa. La vettura innovò il concetto di tettuccio con un meccanismo che univa il movimento retrattile a quello rotativo per migliorare il ripiegamento nella zona posteriore dell’auto. Sulla bilancia voleva significare un peso di 25 kg in meno rispetto al tetto in tela.

La Ferrari non deluse le aspettative con la versione spider della 458 con il motore 8 cilindri disposti a V. Il nome della vettura derivava alla cilindrata (di 4,5 litri), seguito dal numero dei cilindri del motore. Le prestazioni, a distanza di più di 10 anni, sono ancora da urlo. L’auto scatta da 0 a 100 km/h in 3,5 secondi, mentre la velocità massima è di 320 km/h con un rapporto peso/potenza è di 2,50 kg/CV. L’auto ricevette numerosi riconoscimenti: Cabriolet of the Year 2011, International Engine of the Year 2011, International Engine of the Year 2012 e Best Performance Engine over 4 liter 2012 da parte del magazine BBC Top Gear. Inoltre, il Sunday Times le ha conferito il Best Sports Car and Convertible 2012.

Ferrari, il ritorno al vecchio splendore

Il lavoro di “ristrutturazione” della 458 è stato opera della AMMO NYC, già protagonista di straordinari restauri. La parte più complessa riguarda la rimozione di una pellicola che ha richiesto l’uso di varie tecniche. Il modo migliore per non lasciare segni di colla è quello di utilizzare, come vedrete in basso, dell’acqua bollente per rimuoverla senza strappi. Una volta terminato questo faticoso primo passaggio, Larry Kosilla di AMMO NYC e i suoi tecnici hanno lavato a fondo la vettura.

Gli interni non erano in buone condizioni, per non parlare delle meravigliose pinze dei freni e dei cerchioni Ferrari. I meccanici hanno smontato le ruote e hanno lavato con cura ogni centimetro dell’auto. L’aspirapolvere è stato utilizzato per rimuovere il grosso dell’immondizia nell’abitacolo e nel vano bagagli. Lo step successivo ha riguardato la pulizia con sapone e spray di alcune zone dell’abitacolo che erano rovinate. Idem con i tappetini con spazzolini e pezze.

La Ferrari del video era rimasta per tre anni a prendere polvere sulle strade della Grande Mela. Larry Kosilla di AMMO NYC è tornato in azione, riprendendo alcune tecniche che abbiamo ammirato anche con il lavaggio accurato di una vecchia Lamborghini Countach. Nel video potrete ammirare la cura maniacale con la quale ciascun componente dell’auto viene riportato a lucido. Per gli appassionati delle vetture del Cavallino è un piacere ammirare le varie tecniche di pulizia, per esaltare la bellezza delle linee della 458 Spider.

Il risultato è epico perché la pulizia avviene nei minimi dettagli con precisione e passione. Il gruppo dei meccanici di AMMO NYC sono innamorati del loro lavoro e ciò traspare in ogni video. Il lavaggio del motore è minuzioso e viene effettuato con acqua e sapone. Il portabagagli è stato rispolverato e trattato con prodotti specifici. Abbiamo assistito a lavaggi di auto in condizioni ben peggiori, ma un’auto moderna richiede di affrontare sfide diverse, anche in termini di pulizia degli interni.

Dopo un’ultima lucidata Larry Kosilla non può mostrarci l’auto, come di consueto, sotto il sole perché la giornata in cui è stato ultimato il lavoro ha regalato qualche fiocco di neve. La vernice nera era rovinata, mentre si può apprezzare la trasformazione quando la vettura è caricata, alla fine, sul camion. Non è stata coperta perché doveva essere consegnato al suo proprietario a poche miglia di distanza. Preparate i pop corn e godetevi il video in basso.