F1 GP Imola, FP2: si rivede la Mercedes, ma non con Hamilton

Si è chiusa la prima sessione di prove sul circuito Enzo e Dino Ferrari su fondo asciutto. Nel pomeriggio prevista la mini gara di F1.

Dopo una prima giornata piovosa che ha visto Sainz sbagliare e Verstappen guadagnare la pole per la Sprint Qualifying, la F1 è stata accolta dal pubblico festante di Imola con un cielo più promettente.

George Russell (Mercedes Twitter)
George Russell (Mercedes Twitter)

Primìa a scendere in pista al semaforo verde è l’Aston Martin. La scuderia di Lawarence Stroll ha  vissuto un avvio di campionato alquanto complicato e non vede l’ora di riscattarsi. Diversi gli errori compiuto venerdì dai piloti, ingannati dal fondo scivoloso, ma questo sabato la situazione dovrebbe essere diversa.

Sul tracciato subito grande affollamento. C’è una gran voglia di mettersi alla prova con le slick dopo una primo assaggio di weekend su full wet e intermedie.

Mentre tutti si lanciano a effettuare i long run, Sergio Perez piazza la sua Red Bull al vertice con un 1’19″815.

Piuttosto incolore finora, Hamilton va largo alla Rivazza. Per l’inglese si appresta ad essere un nuovo evento in salita. Intanto al box McLaren si lavora per risolvere un guasto ai freni sull’auto di Lando Norris. In Alfa Romeo, invece, non si è trovato un rimedio per lo scarico della C42 di Bottas.

F1: la Ferrari tiene coperte le carte

Nel garage di Maranello si lavora su strategie differenti, con Carlos in azione con le soft e Leclerc con le medie.

Dopo un breve passaggio al vertice di Ham, arriva l’Alpha Tauri di Gasly a fare la voce grossa, quindi la RB18 di Perez, molto a suo agio con la mescola media.

1’19″457 per George Russell che passa al comando. Tra i più attivi Guanyu Zhou, salvatore del Biscione in un turno inesitente per il #77 a causa delle suddette noie tecniche. Assente Ricciardo per problematiche non specificate, ma confermate da Woking via Twitter.

La sessione terimina con la Mercedes di Russell davanti a tutti, seguita dalla Red Bull di Perez. Terza la Ferrari di Leclerc, quindi Hamilton, Alonso su Alpine e Sainz. Buone nuova dalla ex Toro Rosso, con due macchine in top 10. Haas vicina ai dieci. All’opposto lontana l’Aston Martin.

Classifica FP2 Imola (F1 Twitter)
Classifica FP2 Imola (F1 Twitter)