Quanto guadagna Carlos Sainz? Ecco tutte le cifre per lo spagnolo

Carlos Sainz ha appena firmato un rinnovo contrattuale sino al 2024 con la Ferrari. Ecco quanto guadagna lo spagnolo del Cavallino.

Il rapporto tra la Ferrari e Carlos Sainz è stato ufficialmente prolungato. Lo spagnolo ha rinnovato il proprio contratto sino al termine del 2024, pareggiando, in termini di durata, quello di Charles Leclerc. Il Cavallino ha smentito tutte le voci degli ultimi giorni, che parlavano di alcuni ritardi nelle trattative a causa di qualche diversità di vedute in merito alla durata del rapporto.

Carlos Sainz (Ansa Foto)
Carlos Sainz (Ansa Foto)

La testata “F1-Insider” sosteneva infatti che Carlitos avesse chiesto un rinnovo biennale (cosa che poi è avvenuta), mentre la Ferrari volesse concedere solo un annuale con opzione di rinnovo per il 2024. Queste voci avevano subito fatto riflettere i tifosi, portando le loro menti ad un eventuale ingaggio di Mick Schumacher per un futuro non troppo lontano.

Nella mattinata di oggi, invece, Sainz e la Rossa hanno reso ufficiale il prolungamento per altri due anni, e Carlitos ha subito colto l’occasione per festeggiare. Il nativo di Madrid si è presentato nel paddock di Imola con due buste di pasticcini, come si fa a scuola quando un alunno vuole celebrare il proprio compleanno.

La notizia non può che far bene al morale del figlio del due volte campione del mondo rally, che viene da due settimane difficili. Sin dai test invernali di Barcellona, al primo assaggio con la F1-75, Leclerc ha dimostrato di avere un passo superiore rispetto al compagno di squadra, cosa confermatasi anche nelle prime tre gare.

In Australia, dopo una qualifica sfortunata, il pilota iberico si è dovuto addirittura ritirare, a causa di un errore avvenuto nel secondo giro. Mattia Binotto ha già dichiarato che è troppo presto per parlare di prima e seconda guida, ma è chiaro che il livello di guida espresso da Leclerc sino ad oggi non lascia molto spazio ai dubbi. Per Carlitos, Imola rappresenta un’occasione da non perdere, nel tentativo di strappare la tanto agognata prima vittoria in carriera.

Sainz, ecco quanto guadagna lo spagnolo della Ferrari

I contratti, in F1, portano i piloti a percepire delle cifre molto elevate. Lewis Hamilton viaggia da anni tra i 40 ed i 50 milioni di euro di stipendio base, con Max Verstappen che ha quasi pareggiato tali guadagni grazie al faraonico rinnovo con la Red Bull sino al 2028. In casa Ferrari, i compensi sono relativamente bassi, con Charles Leclerc e Carlos Sainz che non arrivano ai 10 milioni. Sponsor e bonus esclusi ovviamente.

Attualmente, non si conoscono ancora le cifre esatte sulle quali è stato stilato il rinnovo dello spagnolo, che per il biennio 2021-2022 aveva firmato a 7 milioni di euro a stagione, poco meno rispetto al compagno di squadra. Ai tempi della McLaren, squadra per cui ha corso nel 2019 e nel 2020, Carlitos guadagnava, all’incirca, 4 milioni all’anno.

In Ferrari è bene che si preparino ad un aumento piuttosto importante per Leclerc, che andrà in scadenza a fine 2024. Il monegasco è adesso il favorito numero uno per la conquista del titolo mondiale, e se si dovesse confermare al top nei prossimi anni è ovvio che andrà a richiedere uno stipendio ben più salato.

C’è da dire che il lavoro svolto da Mattia Binotto in termini di scelta dei piloti è stato ottimo. Il team principal si è “liberato” di Sebastian Vettel, che percepiva circa 40 milioni di euro a stagione, puntando su una coppia di giovani a basso costo e dal potenziale ben più elevato.

La scelta di puntare su Sainz dopo il licenziamento del quattro volte campione del mondo nel maggio del 2020 fu aspramente criticata dai tifosi, ma i risultati stanno dando ragione allo stesso Binotto. Ora occorre proseguire con conferme importanti, sperando che la monoposto e la squadra reggano alla pressione di giocarsi il titolo.