Ducati, arriva la versione cinese: è praticamente identica

Da qualche giorno sul web circolano immagini di una moto cinese che riprende le sue forme da un noto modello di casa Ducati.

Se c’è un marchio italiano che non sbaglia mai in quanto a modelli sportivi ed esteticamente belli quello è Ducati. La casa di Borgo Panigale è entrata nel cuore di milioni di appassionati in tutto il mondo, non solo grazie ad alcune pellicole passate alla storia (vedi Matrix), ma soprattutto con la sua partecipazione al mondo delle corse. La MotoGP dal 2003 ha regalato grande visibilità alla moto italiana, che solo nel 2007 però è riuscita a portare a casa il titolo piloti. Ben altra cosa però è quanto ha fatto in Superbike, dove la Rossa ha scritto pagine memorabili non solo negli ultimi anni ma soprattutto in passato.

Il logo Ducati (foto ufficiale)
Il logo Ducati (foto ufficiale)

Memorabili le gare della 998 o della 999, due tra le moto più di successo nella categoria delle derivate di serie. Oggi l’eredità è passata alla Ducati Panigale V4, che a partire dal 2018 è entrata in produzione e che deve la sua nascita alla volontà dei dirigenti di mettere a disposizione dei suoi fan una moto quanto più possibile vicina alla guida di una MotoGP.

Ducati V4, in Cina spunta la “copia” ibrida

Dotata di un motore a quattro cilindri a V di 90° Desmodromico da 1103 cc, ha rappresentato una rivoluzione rispetto alla precedente Panigale 1299 a due cilindri. Le nuove soluzioni tecniche, oltre che il design, hanno reso il modello un vero punto di riferimento nel settore delle sportive. Una moto che ancora oggi riesce a vincere in Superbike e cresce di anno in anno con aggiornamenti che ne hanno arricchito anche la gamma.

C’è da dire però che essere così famosa ha i suoi rischi. Il bello infatti tende ad essere imitato. E se c’è un Paese che tende a “ispirarsi” troppo spesso al Made in Italy e non solo è la Cina. E’ qui infatti che è pronto per essere commercializzato un modello di moto sportiva che ricalca quasi perfettamente la moto che ancora oggi esce dalle fabbriche di Borgo Panigale. Ed è la Wuben 400.

In Rete troverete ben poche foto ancora, ma quei pochi scatti che sono apparsi hanno creato scalpore in tutto il mondo. Questa moto non solo si presenta con la livrea tricolore e la sigla 1199 Sport, quasi a richiamare i modelli di Borgo Panigale, ma presenta anche delle forme che sono evidentemente quelle della V4, originariamente disegnate da Andrea Ferraresi. Inoltre sul modello che è sul web c’è anche il numero 69 riferito a Nicky Hayden, il pilota americano scomparso qualche anno fa e che per diverse stagioni ha guidato la Ducati in MotoGP.

Sul serbatoio campeggia la scritta Wuben, ma difficilmente riuscirete a trovare informazioni precise su questa marca. Si tratta di un marchio motociclistico della Zhejiang Shengling Motorcycle Company, ma questo modello in particolare è stato fatto da un’altra azienda specializzata in veicoli elettrici, la LanYuXuan. La caratteristica di questa “Ducati cinese” è il motore da 400 cc a cui è stato aggiunto un motore elettrico brushless da 2 kW posizionato direttamente sulla ruota posteriore. La batteria agli ioni di litio da 72V20A ha una capacità nominale di 80Ah e richiede 4-6 ore di ricarica domestica. Questa dunque la rende ibrida. La velocità massima dichiarata è di 140 km/h, per un’autonomia massima compresa tra gli 80 e i 130 km.

Il peso senza la batteria è di circa 100 kg ma ci sono molti dubbi in merito. Il prezzo è davvero allettante: solo 3.552 euro, a cui vanno aggiunti altri 1.645 di spedizione. Ma difficilmente per ora sarà omologabile non solo in Europa ma nel nostro Paese.