Fiat Ulysse, torna a giugno in chiave XL: guardate come sarà (FOTO)

E’ pronto a debuttare in estate un modello della Fiat molto apprezzato in passato ma che torna in una veste più grande, l’Ulysse. E sarà elettrico.

Qualche settimana fa la Fiat ha mostrato alla stampa i programmi futuri dell’azienda che, come altri marchi, sta attraversando un momento di riorganizzazione, visto che l’elettrico ormai sta prendendo sempre più piede a livello europeo e globale. E proprio in questa direzione sta andando anche l’azienda torinese. Eligio Catarinella, responsabile del mercato Italia per Fiat e Abarth ha confermato che dal 2023 sarà lanciato almeno un modello nuovo ogni anno che, oltre alla versione ibrida, avrà anche una versione totalmente elettrica.

Fiat (ANSA)
Fiat (ANSA)

Ma non è tutto. Infatti è stato confermato che sarà così fino al 2027, quando l’intera gamma sarà prodotta con la sola trazione a batterie. E’ partita quindi una vera e propria fase di transizione, che riguarderà tutti i modelli Fiat.

Fiat, arriva l’E-Ulysse

Intanto sul mercato italiano sta per fare il suo debutto il Fiat E-Ulysse, il secondo modello totalmente elettrico del marchio italiano dopo la 500 La Prima. Sarà su strada questo giugno il monovolume che può avere fino a 8 posti, che segna quindi il ritorno di Fiat nel segmento del cosiddetto Multi-Purpose Vehicle (MPV), ossia dei veicoli perfetti per famiglie numerose o per i fanatici di tavole da surf o di chi adora le attività all’aperto.

L’Ulysse ha vissuto già una precedente storia a cavallo tra il 1994 e il 2010, quando la Fiat lo produsse in una joint venture con Peugeot, Citroen e Lancia, in versioni però più piccole rispetto a quello presentato adesso. Anche oggi però la partnership continua. Infatti il nuovo Fiat E-Ulysse (come il suo fratello dedicato al trasporto di merci e passeggeri Scudo) utilizza la stessa piattaforma su cui vengono costruiti Traveller ed Expert (Peugeot), Jumpy e Spacetourer (Citroen), Proace e Proace Verso (Toyota), nonché Zafira Life e Vivaro (Opel) .

Il Fiat E-Ulysse (foto ufficiale)

Due le varianti: la prima è lunga 4,96 metri, larga due metri e alta 1,89, facile da parcheggiare in un garage. Sufficiente per otto o sette posti distribuiti su tre file. E anche quando è completamente occupato, dietro c’è ancora spazio per un volume di carico di 900 litri. La seconda addirittura misura addirittura 5,31 metri, il che lascia 1.500 litri di volume di carico dietro la terza fila di sedili. E se qui sono occupati solo i sedili anteriori, dietro è disponibile addirittura un bagagliaio di 4900 litri. Perché la batteria è nascosta nel sottoscocca per risparmiare spazio. per non parlare poi di oggetti caricabili, fino a 3,5 metri di lunghezza.

Nella versione lounge c’è un lungo tetto panoramico in vetro in due parti con tendina scorrevole. La sette posti consente fino a 16 configurazioni di posti, dove è possibile anche sedersi comodamente uno di fronte all’altro per chiacchierare attorno a de pratici tavolini ribaltabili. Tra gli optional un sistema che permette la sanificazione dei propri oggetti, oltre a un impianto di climatizzazione a due zone, con comandi separati per guidatore, passeggero anteriore e passeggeri. Le porte scorrevoli poi si aprono elettricamente tramite il riconoscimento della chiave e il portellone si apre dopo un breve movimento del piede.

Per quanto riguarda la guida, l’E-Ulysse ha una potenza di 136 CV, sempre sufficiente in movimento. La velocità massima è limitata di 130 km/h ma ha diverse modalità di guida: Normale, Power, Eco. Quest’ultima però riduce le prestazioni e l’aria condizionata. Molti anche gli aiuti presenti, come Hill Start Assist, Lane Keeping Assist, Riconoscimento della segnaletica stradale, Blind Spot Assist, Collision Warning e Active Emergency Brake Assist.

È possibile poi scegliere tra due batterie con una capacità di 75 kWh o 50 kWh. Per le più piccole, Fiat promette un’autonomia di 231 chilometri secondo lo standard WLTP, con quella più grande in teoria si arriverebbe a 329 chilometri. Mentre per i tempi di ricarica, si va dai 45 minuti per portare la grande batteria all’80% della sua capacità, mentre per il 100% ne serviranno almeno altri 30. I prezzi? Dai 55 mila ai 61 mila euro.