Hunt e Lauda si sfidano di nuovo? Ecco cosa sta per accadere

Fra pochi mesi rivedremo Lauda e Hunt assieme. I figli dei due indimenticati campioni saranno protagonisti di un evento in Inghilterra. 

Il testa a testa che nel 1976 vide attori principali Niki Lauda e James Hunt  è stato riportato alla ribalta dal Ron Howard nel 2013 con il film “Rush”. Ora però dalla pellicola si passerà alla realtà. Certo, non assisteremo più ad un duello tanto avvincente per la conquista del mondiale di F1, ma lo spettacolo non mancherà.

Freddie Hunt e Mathias Lauda (Mathias Lauda Instagram)
Freddie Hunt e Mathias Lauda (Mathias Lauda Instagram)

I rispettivi figli Mathias e Freddie si batteranno in occasione di una manifestazione organizzata  per raccogliere fondi per l’Unhcr, l’istituzione dell’ONU che si occupa di rifugiati e dunque anche dei profughi ucraini che stanno fuggendo dalla guerra.

Hunt vs Lauda: dove e quando succederà

La corsa è stata fortemente voluta da Jarlath Sayer, giovane go-karter che, evidentemente, ha il fiuto per le operazioni nostalgia, e si svolgerà in Inghilterra il prossimo 28 giugno.

Niki Lauda e James Hunt (ANSA)
Niki Lauda e James Hunt (ANSA)

Il GP kartistico durerà 3 ore e si snoderà lungo la Rye House Kart Raceway di Hoddesdon, pista poco lontana da Stevenage e frequentata con assiduità da Lewis Hamilton quando iniziava a muove i primi passi nel motorsport.

Di recente i due figli d’arte si sono raccontati nel documentario Sons of Speed. Va detto che il percorso dell’austriaco è stato nettamente più solido e fortunato, forse perché ha potuto godere dell’aiuto del genitore fino alla sua scomparsa avvenuta nel 2019. Il 41enne ha ben figurato nel WEC, vincendo nella categoria GTE AM nel 2017 quando difendeva i colori dell’Aston Martin al volante di una Vantage GTE, e conquistando due terzi posti nel 2015 e nel 2016, oltre al podio alla 12 Ore di Spa del 2012.

Per il 34enne vi sono state invece più turbolenze. Lui stesso ha sostenuto che l’eccessiva pressione  e l’obbligo di vincere gli hanno rovinato la carriera. Attualmente attivo nella Le Mans Serie Europea, è altresì co-presentatore della serie Amazon Cars and Country.

Abbiamo un buon rapporto“, ha affermato il britannico a proposito del suo “avversario”. “Ci siamo incontrati per la prima volta nel 2009, ma allora parlammo solo per cinque o dieci minuti. Poi abbiamo gareggiato l’uno contro l’altro nel 2014“.

Ovviamente non poteva mancare il parallelo con il passo. “La nostra rivalità non è la stessa dei nostri padri, tuttavia per l’occasione, ognuno di noi cercherà di fare meglio dell’altro“, ha concluso promettendo che non andranno per il sottile, ma che si tratterà di bagarre vera.