F1, Sainz svela un problema sulla sua Ferrari: ecco cosa è successo

Il pilota della Ferrari, Carlos Sainz, è stato molto duro con se stesso. Lo spagnolo ha avuto fretta e nelle dichiarazioni post gara ha parlato anche di un problema che lo ha condizionato.

La Ferrari festeggia il successo di Charles Leclerc, il quarto della sua carriera e il secondo di questa stagione. Il trionfo del monegasco è stato a dir poco sensazionale. La Rossa ha dominato con il suo alfiere di punta, dando la sensazione di poter dominare in lungo e in largo. La F1-75 si è rivelata essere una vettura straordinaria, esaltata dal talento di Charles Leclerc.

Carlos Sainz (Ansa Foto)
Carlos Sainz (Ansa Foto)

Per Carlos Sainz, dopo due gare consecutive a podio, è stato costretto al ritiro. Un weekend sfortunato, iniziato con la bandiera rossa in qualifica a pochi metri dal tempone che lo avrebbe messo in prima fila. Il madrileno, invece, ha commesso un errore nell’ultimo tentativo ed è stato costretto a partire dalla nona posizione. Carlos ha rischiato lo stallo in partenza, perdendo cinque posizioni e nella foga della rimonta ha commesso un errore banale, con le mescole hard, nelle prime battute.

Lo pneumatico duro non ha garantito la giusta aderenza al figlio del Matador. Si tratta del primo vero errore in gara al volante della Ferrari. Carlos Sainz è arrivato a Maranello nel 2021, dopo due anni top in McLaren. La Ferrari ha scommesso sullo spagnolo per sostituire il quattro volte campione del mondo Sebastian Vettel. Nonostante un’eredità molto pesante Carlos è stato sempre all’altezza del ruolo, riuscendo a dimostrare la sua consueta costanza di prestazioni.

La delusione di Carlos Sainz

In Australia è arrivato il primo ritiro da quando si è calato nell’abitacolo della Rossa. Uno dei super primati di Michael Schumacher è stato quello messo a segno nel 2002. Il tedesco, infatti, completò ogni gara della stagione senza mai neanche un ritiro. Quell’annata fu un tripudio per la Ferrari e per Michael Schumacher con i successi in classifica piloti e costruttori. Sainz ha eguagliato il Kaiser lo scorso anno con più GP in calendario, senza mai ritirarsi. La stagione 2022 era cominciato con due podi in altrettanti Gran Premi.

La delusione ora è cocente e nel post gara, ai microfoni di Sky Sport F1, Carlos Sainz ha dichiarato: “E’ stato un weekend molto deludente, molto brutto per me e cosi abbiamo avuto un altro problema al volante, sostituito proprio prima della partenza, che ci ha costato uno stallo due volte. Le due partenze mi hanno messo in una posizione ancora peggiore di quella da cui eravamo partiti e io ho fatto un errore, provando a fare la rimonta con uno pneumatico duro quando probabilmente non era ancora pronto per andare all’attacco. Dovevo essere più paziente sinceramente, dobbiamo essere più perfetti, abbiamo avuto problemi e anche io devo imparare da questo errore e ritornare più forte”.

La strategia su mescola hard poteva rappresentare un rischio, ma un ottima occasione. “Era una buona chance, non era la unica – ha aggiunto lo spagnolo – ci sono stati dei dubbi rispetto anche a che gomma partire. L’errore è stato mio per provare a rimontare quando ero fuori posizione con una gomma che non era ancora pronta. Sicuro che con così tanti problemi al volante, ieri in qualifica e oggi prima della gara, con l’antistallo tutto questo non ha aiutato. Per questo che dico che dobbiamo essere perfetti, ma l’errore ultimo è stato mio per provare a rimontare troppo presto. Mancano ancora 20 gare quindi tutto quello che è successo fino ad ora lo dobbiamo mettere in tasca ed essere perfetti nelle ultime 20 gare all’anno”.

Sainz proverà a rifarsi ad Imola nella prossima tappa del campionato. Il giovane deve resettare e focalizzarsi sulla prossima opportunità. Carlos sarà fondamentale per la Rossa anche in chiave costruttori. Il figlio del Matador è, inoltre, molto vicino al rinnovo con la Scuderia italiana e vorrà cogliere un bel risultato davanti al pubblico di casa.