Ferrari, altra novità sulla F1-75: ecco la nuova trovata per Melbourne

La Ferrari si presenta con grandi aspettative al Gran Premio di Australia, con le Rosse che presentano un aggiornamento al posteriore.

In casa Ferrari si lavora senza sosta per apportare dei miglioramenti alla F1-75. La monoposto affidata a Charles Leclerc e Carlos Sainz ha già fatto gioire i tifosi nelle prime due gare, ma è già attesa per la vendetta dopo la beffia dell’Arabia Saudita. A Melbourne sono da poco terminate le prime due sessioni di prove libere, nelle quali gli alfieri di Maranello sono riusciti a fare la differenza.

Ferrari F1-75 (ANSA)
Ferrari F1-75 (ANSA)

Ad ora di pranzo locale, nella nottata italiana, lo spagnolo ha preceduto il compagno di squadra nel primo turno di libere, staccandolo di ben mezzo secondo. Tuttavia, Charles ha deciso di non arrendersi e di volersi prendere la miglior prestazione della prima giornata di lavoro, staccando un impressionante 1’18”978 al pomeriggio.

Le due Ferrari hanno concluso il lavoro in prima e terza posizione, con Max Verstappen che è riuscito ad infilare la sua Red Bull a poco più di due decimi dal battistrada. La F1-75 ha fatto una grande differenza nel primo e nell’ultimo settore, mentre il campione del mondo si è fatto valere in quello centrale, rispettando le attese della vigilia.

L’efficienza aerodinamica della RB18 continua a fare la differenza nel misto, ma c’è da dire che la Rossa sta rispondendo in maniera eccezionale lì dove conta il carico aerodinamico. Sainz è sembrato in gran forma, e nel finale non ha cercato di replicare i tempi di coloro che lo precedevano, quasi a tenersi qualcosa nel taschino per la giornata di domani, dove vorrà sicuramente battagliare per la pole.

La grande assente del venerdì è stata la Mercedes, che al contrario delle previsioni ha fatto una fatica mostruosa anche qui a Melbourne. Hanno colpito in positivo l’Alpine, l’Alfa Romeo Racing e la McLaren, mentre non c’è stata traccia delle Haas che nei primi due appuntamenti hanno chiuso a punti.

Ferrari, modifica al diffusore posteriore a Melbourne

La Ferrari si prepara alla terza battaglia contro la Red Bull con grande fiducia. Il tracciato di Melbourne, al contrario di quanto poteva accadere con il vecchio layout, è adesso piuttosto bilanciato tra le due vetture. Gli anglo-austriaci potrebbero fare una netta differenza sui rettilinei del prima parte del primo settore e del secondo, mentre la Rossa si sta esaltando nel terzo.

Per trovare la massima performance, il Cavallino si è presentato in Australia con una modifica al diffusore posteriore, come riportato sulle colonne di “Motorsport.com“. “L’intenzione dei tecnici del Cavallino è quella di ridurre la resistenza all’avanzamento della monoposto con uno snellimento nella zona della chiglia che si collega alla struttura deformabile posteriore“.

Dunque, l’obiettivo della Ferrari non è quello di aumentare il carico aerodinamico, ma l’efficienza, per riuscire a performare in maniera migliore sui rettilinei. Giudicando dai parziali della seconda sessione di prove libere, si può notare come la Red Bull sia ancora in vantaggio, ma è chiaro che non si poteva pensare di ridurre tutto lo svantaggio sui rettilinei in solo due settimane.

Va detto che le facce nel box della Scuderia modenese non nascondevano degli evidenti sorrisi, con la squadra di Christian Horner che ha deciso di seguire le scelte del Cavallino tentando di aumentare il carico tra la prima e la seconda sessione di prove libere, viste le grandi difficoltà accusate in mattinata.

La F1-75 sa che andrà a giocarsi molte carte su questo tracciato, per cercare di riallungare in classifica ed arrivare ad Imola con la massima fiducia. Tra due settimane inizierà un mondiale completamente diverso e giocato sugli sviluppi, dove la Rossa dovrà evitare di commettere gli errori del passato.