Marquez, c’è un altro ostacolo per Austin: il medico fa una richiesta

Marc Marquez rientrerà in pista domenica ad Austin, ma per farlo dovrà superare un piccolo ostacolo. Il medico lo spiega chiaramente.

L’avventura di Marc Marquez nel Motomondiale targato 2022 riparte da Austin, dove l’otto volte campione del mondo tornerà in pista dopo aver saltato il Gran Premio di Argentina disputato domenica scorsa presso Termas de Rio Hondo. Il nativo di Cervera è stato assente a causa della terribile caduta nel Warm-up di Mandalika, a seguito della quale era stato dichiarato unfit per l’appuntamento in Indonesia.

Marquez (LaPresse)
Marquez (LaPresse)

Nei giorni successivi, i medici hanno riscontrato un nuovo episodio di diplopia per il #93, il terzo della sua carriera ed il secondo negli ultimi mesi. In poche ore è arrivato il comunicato della Honda, che ha ufficializzato il forfait del proprio pilota di punta per la gara in Argentina.

Marquez ha tentato il tutto per tutto pur di recuperare in tempo per Austin, e l’impresa gli è riuscita visto che proprio nel corso della mattinata è stata annunciata la sua presenza nel round del Texas. Il nativo di Cervera ha postato uno scatto sui suoi profili social, in cui è ritratto presso il terminal di un aeroporto in procinto di partire per il Gran Premio delle Americhe.

La pista di Austin è un’ottima occasione per ritornare in lotta per la vittoria, dal momento che lo spagnolo si è imposto qui in sette occasioni su otto edizioni disputate, cedendo soltanto alla Suzuki di Alex Rins nel 2019 a seguito di una caduta mentre stava dominando la scena.

Marc ha ottenuto solo 11 punti grazie al quinto posto in Qatar, avendo poi saltato le tappe di Mandalika e Termas de Rio Hondo. Il rider iberico ha solo 34 punti di ritardo dal leader del campionato, vale a dire Aleix Espargaró che ha portato l’Aprilia al successo domenica scorsa in Argentina.

Marquez, occorre un certificato per tornare in pista

Marc Marquez gareggerà nel Gran Premio delle Americhe di Austin, ma solo dopo aver presentato un certificato medico che attesta la completa guarigione dal terzo episodio di diplopia della sua vita. Ad annunciarlo è stato il dottor Ángel Charte, che ne ha parlato in esclusiva ad “AS“.

Quando tornerà in pista, Marc dovrà presentare un certificato oftalmologico attestante che è guarito al 100% dalla doppia visione. Sono internista ed intensivista, quindi non posso fare l’oculista ed altro, quindi dall’anno scorso ci sono stati alcuni infortuni per cui richiediamo allo specialista di turno un certificato che garantisca la guarigione del paziente“.

Il ritorno in pista di Marquez è una grande notizia per la MotoGP, che ha assoluto bisogno di un personaggio di questo blasone in un campionato senza padroni. Le quote per il Gran Premio degli Stati Uniti di domenica, danno lo spagnolo come grande favorito per la vittoria finale, dato che fa abbastanza riflettere.

Il rider iberico è stato assente nelle ultime due tappe, ha subito una brutta caduta ed un ennesimo episodio di diplopia, eppure viene posto come il maggior indiziato per il successo. Si tratta di un grande attestato di stima per l’otto volte campione del mondo, ma anche di un allarme per il Motomondiale.

Dopo il ritiro di Valentino Rossi, quelli di Jorge Lorenzo e di Daniel Pedrosa negli ultimi anni, dei grandi del passato è rimasto solo il grande Marc. Questo pilota è fondamentale per la credibilità di uno sport che sicuramente regala grande spettacolo, ma il cui livello è rovinosamente precipitato verso il basso nelle ultime stagioni.

Il fatto di vedere tanti vincitori diversi non è necessariamente un fatto positivo, dal momento che stiamo parlando di MotoGP e non di Formula E. La speranza è che lo spagnolo tiri su il livello e che regali spettacolo, riavvicinando anche gli ascoltatori che in questo periodo stanno diminuendo.