Quali sono le auto più economiche sul mercato? Ecco quelle a meno di 15.000 euro

Quali sono le auto più economiche sul mercato italiano? Le proposte delle case automobilistiche per chi vuole una macchina nuova ma ha poco budget.

Per tutti coloro che sono in cerca di una nuova automobile ma non vogliono spendere grosse cifre, ci sono tante proposte molto diverse tra loro per accontentare esigenze trasversali con un occhio al portafoglio.

Fiat Panda auto più economiche
Fiat Panda

Sempre più persone stanno abbandonando l’idea di spendere grosse cifre per acquistare un’automobile. I fattori di questo nuovo comportamento sono molteplici. C’è sicuramente quello economico: una contrazione del potere di acquisto degli italiani si riflette anche sulla capacità di poter spendere tanto per l’acquisto di una vettura. Il mercato dell’usato, poi, è sempre florido: con un po’ di esperienza o avvalendosi di un meccanico di fiducia si possono trovare delle buone occasioni senza spendere grossi capitali. Un altro fattore che incide sulla crescita del mercato delle auto più economiche è da rintracciare nel cambiamento di abitudini delle persone, che ormai hanno più facilità nell’usufruire di forme di mobilità alternativa, abbandonando una volta per tutte lo status symbol che vede traduce il successo personale anche attraverso il possesso di una vettura costosa.

La classifica delle auto più economiche sul mercato italiano

Certamente, la motivazione economica resta la principale ragione che spinge gli acquirenti a scegliere tra le auto più economiche. Da considerare, infatti, non solo quanto costa una nuova vettura, ma anche quando incide sul budget mensile famigliare, mantenerla. Assicurazione, consumi, necessità di un box o addirittura di un garage: tutte spese notevolmente più basse nel caso si scelga un’automobile che costi poco, anche se nuova. Ecco dunque le cinque auto più economiche presenti sul mercato italiano.

Dacia Sandero, a partire da 11.500 euro

La Dacia Sandero è al primo posto tra le auto più economiche. La proposta della casa automobilistica rumena ha saputo imporsi sul mercato europeo con una vettura comunque spaziosa. Gli automobilisti hanno dimostrato di apprezzare: nel 2021 sono stati venduti oltre 220.000 modelli. Poco più di 4 metri di lunghezza, per 1,8 di larghezza.

Kia Picanto, a partire da 12.425 euro

La nuova Kia Picanto ha 4 posti omologati e dimensioni compatte: poco meno di 3,6 metri di lunghezza e 1,6 metri di larghezza. La versione base con motore 1.000 di cilindrata a 3 cilindri in linea, ha un prezzo di listino che parte da 12.425 euro. La Kia Picanto è tra le  le city car con i consumi più bassi, con circa 5 litri per completare 100 km.

Hyundai i10, a partire da 13.450 euro

Anche per la piccola sudcoreana i consumi ridotti rappresentano un punto di forza: sono sufficienti 4,8 litri per compiere 100 chilometri. La dotazione di serie della Hyundai i10 si è arricchita, i posti omologati sono sempre 4, in virtù di dimensioni molto ridotte: 3,6 metri di lunghezza e poco meno di 17,7 metri di larghezza la inseriscono di diritto tra le proposte di riferimento per chi cerca una city car. La dotazione di base ha un motore 1.0 da 67 cavallli di potenza.

Dacia Duster, a partire da 13.850 euro

Nonostante appartenga a un segmento di mercato differente dalle altre automobili presenti nella classifica delle 5 auto più economiche presenti sul mercato, la Dacia Duster riesce a inserirsi con un prezzo contenuto nella short list di chi cerca un Suv compatto ma dispone di un budget ridotto. Dimensioni compatte (4,3 metri di lunghezza e 1,8 di larghezza), per un prezzo di listino che parte da 13.850 euro.

Fiat Panda, a partire da 14.000 euro

Non può mancare la Fiat Panda tra le automobili più economiche presenti sul mercato italiano. Una vera e propria icona che entra in classifica anche grazie alle spese di manutenzione molto contenute. Dimensioni ridotte, proprio come richiesto per una city car: 3,6 metri di lunghezza e 1,6 di larghezza. Si parte da un prezzo di listino di 14.000 euro.