Jorge Martin svela retroscena su Aleix Espargaro: sono tutti commossi

Secondo posto per Jorge Martin in Argentina, nel finale deve cedere la vittoria al connazionale e amico Aleix Espargarò.

Jorge Martin conquista tre prime fila nei primi tre Gran Premi, due ritiri e un secondo posto, 9° piazzamento in classifica a quota 20 punti. Il madrileno del team Pramac Racing ha lottato fino all’ultimo giro con l’Aprilia del connazionale Aleix Espargarò, ha resistito ai continui assalti del rivale, ma a 5 giri dalla fine del GP di Argentina ha dovuto cedere la testa della gara.

Jorge Martin (foto Ansa)
Jorge Martin (foto Ansa)

E’ partito subito forte piazzandosi in testa e ha resistito per 20 lunghi giri in sella alla Ducati GP22 allestita dalla squadra satellite di Campinoti. Il secondo trionfo in classe regina era vicino per Jorge Martin, ma alla fine ha dovuto fare i conti con la giornata storica della Casa di Noale che, dopo la pole position del sabato, ha conquistato la sua prima vittoria in MotoGP, sia per il team che per il pilota. Una bella sfida quella tra Aleix e Jorge che si è protratta per tutta la gara, riservando un bel duello ravvicinato.

Jorge Martin e la sfida con Aleix Espargarò

Per Jorge Martin il podio è un ottimo risultato dopo essere rimasto a secco nelle prime due tappe del campionato. “Sono molto felice della mia prestazione”, ha detto il 24enne del team Ducati satellite. “Non sono mai stato così costante in nessun altro week-end di MotoGP in carriera. Il passo in gara non era molto alto e non è stato difficile mantenerlo. Sapevo che Aleix stava arrivando, l’ho visto sul grande schermo”.

Nel finale il pilota di Granollers ha avuto difficoltà a superare la GP22 di Jorge Martin, ci ha provato in due occasioni ma è dovuto andare largo senza riuscita. Al terzo tentativo la RS-GP si è messa al comando: “Alle curve 3 e 4 ho avuto problemi ad accelerare e anche la nostra top speed non era buona. Ma sono stato molto bravo in frenata, Aleix ha avuto problemi a sorpassarmi”.

Nonostante la gomma posteriore della Desmosedici fosse migliore di quella della RS-GP, Aleix Espargarò era nel suo giorni di grazia e Jorge Martin fa i complimenti al rivale. “Sono inciampato con la gomma anteriore perché frenavo sempre molto tardi. Ma il secondo posto è un buon risultato, posso essere soddisfatto dopo due zeri. Sono veloce, motivato e fiducioso per il futuro. Sono felice per Aleix dopo tanti anni di duro lavoro. Quando ero giovane mi ha dato la sua casa, una moto e del cibo. Mi ha aiutato in tutta la carriera”.