Luca Marini esaltato dopo le qualifiche: le sue parole fanno sognare

Luca Marini scatterà dalla terza posizione nel Gran Premio di Argentina. Ecco a chi ha dedicato la conquista della prima fila.

La MotoGP è tornata in azione in Argentina per il terzo round della stagione, e nelle qualifiche abbiamo assistito ad una splendida pole position per l’Aprilia e per Aleix Espargaró. Lo spagnolo ha ottenuto la terza partenza al palo della carriera, siglando un mostruoso 1’37”688 che gli ha permesso di battere la Ducati Pramac di Jorge Martin e quella del Mooney VR46 Racing Team affidata a Luca Marini.

Marini (ANSA)
Marini (ANSA)

Per la gara odierna, che scatterà alle 20 ora italiana, nulla è scontato. Il rider iberico dell’Aprilia ha mostrato un passo eccellente anche nei long run, ed è sicuramente tra i favoriti per la vittoria. Lo stesso non si può dire per Martin, che anche in Qatar aveva fatto segnare la pole position per poi palesare un ritmo sulla distanza di gara non all’altezza dei migliori.

Jorge viene da due ritiri ed ha un disperato bisogno di portare a casa dei punti, ma lo stesso vale anche per Marini. Il fratellino di Valentino Rossi scatterà per la seconda volta in carriera in MotoGP dalla prima fila, dopo un sabato a dir poco perfetto. Luca è stato l’unico italiano ad accedere in Q2, mentre piloti del calibro di Pecco Bagnaia, Enea Bastianini e Franco Morbidelli sono stati esclusi nella prima parte della qualifica.

Girando in 1’38”119, il #10 è riuscito a piazzarsi assieme ai migliori, anche se restando attardato di ben mezzo secondo rispetto al battistrada. I due davanti sono stati gli unici a girare sotto al piede dell’1’38”, facendo una netta differenza con la concorrenza. Sul passo gara occorre fare attenzione anche a Maverick Vinales, Pol Espargaró e Fabio Quartararo, i quali scatteranno dalla seconda fila.

Marini, gioia e dedica alla squadra dopo le qualifiche

Luca Marini scatterà dalla terza casella, al termine di un week-end veramente assurdo per la MotoGP. Le moto sono scese in pista solo ieri, dopo il ritardo del cargo che trasportava il materiale che ha costretto gli organizzatori a cancellare la giornata del venerdì. I meccanici si sono resi protagonisti di un vero e proprio tour de force nella notte tra venerdì e sabato per sistemare le attrezzature, ma i rider sono poi scesi in pista per le due sessioni di libere e le qualifiche.

Marini ha voluto dedicare la sua terza piazza proprio al Mooney VR46 Racing Team, non nascondendo la propria gratitudine ai microfoni di “SKY Sport MotoGP“: “Quello di oggi è davvero un gran bel risultato per tutta la nostra squadra. I ragazzi hanno fatto una corsa contro il tempo da stamattina alle quattro per riuscire ad essere in pista per le prove libere. Grazie a loro ed alla Ducati, il mio feeling con la moto era davvero perfetto“.

Stiamo lavorando molto sodo, abbiamo avuto alcuni problemi nelle prime due gare, ora invece siamo sulla giusta strada e stiamo prendendo le misure su tutto. Mi sento bene sulla moto ed è qui il posto in cui voglio stare perché so che cosa posso fare e ciò di cui è capace tutto il nostro gruppo di lavoro“.

In gara sarà più difficile, non sappiamo ancora che gomma useremo perché, con i turni totalmente rivisti, non abbiamo passato molto tempo in pista. Non so se al posteriore sarà meglio la media o la soft ed in questo senso il warm up sarà cruciale anche per settare l’elettronica e tutti gli altri dettagli. Ci sono tantissimi piloti forti, dobbiamo curare i particolari e riuscire ad essere costanti per stare davanti“.