Aleix Espargarò scrive la storia: pole position con dedica speciale

Risultato storico per Aprilia nelle Qualifiche del GP di Argentina: Aleix Espargarò regala la prima pole position in MotoGP.

Aleix Espargarò ha regalato la prima pole position in MotoGP alla Casa di Noale, Aprilia non partiva dalla prima piazza in un Gran Premio da oltre venti anni. Un risultato che ripaga gli sforzi compiuti da tutta la squadra negli ultimi anni, portando la RS-GP ad essere un prototipo in grado di dare grandi soddisfazioni. Il layout di Termas de Rio Hondo sembra calzare a pennello per la moto veneta come dimostrato sin dalle prove libere.

Aleix Espargaro (foto Ansa)
Aleix Espargaro (foto Ansa)

Dopo il podio di Silverstone nel 2021 Aleix Espargarò raggiunge un altro traguardo importante. “Ogni volta che raggiungo un buon risultato mi dicono che è qualcosa di storico”, racconta a Dazn. “E’ davvero molto bello e mi rende molto orgoglioso più della stessa pole. Non è facile lottare contro Honda, Yamaha o Ducati. È molto difficile e ogni volta miglioriamo, stiamo lavorando sodo e i risultati stanno arrivando”.

Aleix Espargarò punta alla vittoria in MotoGP

I passi avanti sono confermati anche dal risultato nelle qualifiche di Maverick Vinales che partirà dalla seconda fila. Per Aleix si tratta di una grande soddisfazione dal momento che sono anni in cui si dedica allo sviluppo della Aprilia RS-GP. “Le moto mi hanno dato tutto e Aprilia di più. Aprilia è la mia seconda famiglia. Ho sempre dato tutto in pista e per un motivo o per l’altro il mio momento migliore è arrivato adesso con Aprilia. Voglio dedicare questa pole a mia moglie, peccato non sia qui con me, ma siamo dall’altra parte del mondo ed è difficile venire qui con i bambini”.

Adesso Aleix Espargarò vuole puntare alla sua prima vittoria in carriera nella classe regina. Un risultato importante coltivato sin dai primi giri sul circuito di Termas de Rio Hondo, quando ha riscontrato un buon ritmo sulla sua moto, pennellando le curve argentine con facile maestria e una naturalezza senza precedenti. “Ciò che mi ha reso più felice nelle prove libere è stato il ritmo. Abbiamo compiuto 15 giri, che sono più della metà della gara, viaggiando sull’1’39” basso ed è un ritmo molto veloce. La moto funziona bene”.

La gara non sarà facile, tanti piloti hanno un livello altissimo, ma stavolta l’Aprilia può dire la sua se saprà approfittare dei punti forti del layout abbinato alla RS-GP22. “Ci sono gare in cui molti piloti sono molto vicini, ma penso che qui siamo un piccolo passo avanti, dovremo usare la testa. Questo è un campionato molto lungo, devi fare tanti punti. Se ci giochiamo bene le nostre carte possiamo arrivare a Valencia con la possibilità di fare qualcosa di importante”.