Come sta Marc Marquez? La Honda ha fatto il punto sulla situazione

Marc Marquez salta il Gran Premio di Argentina, ma Albert Puig è fiducioso in un rapido recupero dello spagnolo. Ecco le sue parole.

La carriera di Marc Marquez sta attraversando un periodo molto difficile, che ha posto fine alla sua striscia di successi. Tra il 2013 ed il 2019, lo spagnolo aveva vinto sei titoli mondiali su sette disponibili, cedendo il trono solo a Jorge Lorenzo nel 2015, uscito vincitore dal duello in casa Yamaha con Valentino Rossi.

Marc Marquez (LaPresse)
Marc Marquez (LaPresse)

L’inferno del rider iberico è iniziato nel luglio del 2020, quando si fratturò l’omero del braccio del braccio destro in una rovinosa caduta, iniziando un calvario che ancora non ne vuole sapere di lasciare in pace l’otto volte campione del mondo. Dopo una stagione completamente saltata, il nativo di Cervera è tornato in pista lo scorso anno, vincendo anche tre gare al Sachsenring, ad Austin e nella seconda tappa di Misano. Subito dopo, una caduta in off-road lo ha portato ad un episodio di diplopia, di cui aveva già sofferto alla fine del 2011.

Marquez ha superato la diplopia senza operarsi lo scorso inverno, riuscendo a tornare regolarmente in pista ai test di Sepang e Mandalika, per poi disputare il Gran Premio del Qatar. A Losail, lo spagnolo ha chiuso in quinta posizione, ma due settimane dopo è accaduto l’impensabile.

A causa di un terribile highside, Marc è caduto nel Warm-up del Gran Premio di Indonesia, venendo dichiarato subito unfit dai medici. La Repsol Honda HRC ha comunicato che l’otto volte campione del mondo aveva subito un nuovo episodio di diplopia, e nel corso di questa settimana verranno affrontati ulteriori esami per stabilire i tempi di recupero. Nel passato, altri grandissimi del Motomondiale sono stati portati al ritiro dagli infortuni, quando avrebbero potuto dare ancora moltissimo al mondo delle due ruote.

Un esempio lampante è Jorge Lorenzo, che dopo tantissime cadute, nel 2019, ha deciso di appendere il casco al chiodo. Il motivo principale fu la rottura della sesta vertebra nel corso del Gran Premio d’Olanda di quell’anno, che lo fece immediatamente pensare ad abbandonare questo mondo.

Marquez, Puig è ottimista sul recupero

Nelle ultime giornate, dopo un iniziale pessimismo che aveva fatto pensare anche ad un probabile ritiro, attorno alla figura di Marc Marquez è tornato l’ottimismo, e la speranza è quella di vederlo già in pista nelle prossime settimane. Su di lui si è espresso il team manager della Honda, Albert Puig, che ha concesso un’intervista riportata da “Marca“.

Ovviamente, era molto deluso, ma non potevamo aspettarci nulla di molto diverso. Abbiamo iniziato la nuova stagione con grandi speranze, abbiamo fatto una buona gara in Qatar. Anche i test in Indonesia ci hanno fatto credere che avremmo fatto una bella gara lì. Ma le cose sono andate in tutt’altro modo. Purtroppo succedono queste cose nel mondo dello sport. Ultimamente ha avuto tante cadute“.

Beh, che dire, era molto deluso, ma sappiamo già che Marc è un ragazzo ottimista, si riprende. Sta già pensando a come accelerare la sua guarigione. Quella caduta è stata fortissima. Il fatto che non cada significa che avrà sempre questo problema perché ha avuto molte cadute prima di quella, ma quella è stata davvero brutta. Voglio essere positivo e spero che stia bene“.

La carriera di Marquez ha subito tante battute d’arresto nelle ultime annate, ma lo spagnolo non vuole assolutamente mollare la presa. La stagione 2022 è appena iniziata ed anche Marc potrebbe rinvitarsi alla festa per le prime posizioni se il recupero dovesse confermarsi molto veloce. La speranza è che un fenomeno del suo calibro torni presto in pista, perché la MotoGP ne ha un gran bisogno per aumentare il valore della competizione.