Oliveira, entusiasmo dopo la vittoria: la KTM ora è una moto da titolo

Miguel Oliveira ha partecipato alla conferenza stampa del Gran Premio di Mandalika. Ecco le sue parole dopo il trionfo ottenuto in Indonesia.

Il Gran Premio di Indonesia ha regalato a Miguel Oliveira il primo successo stagionale, al termine di una gara pazzesca e caratterizzata dalla pioggia. Il portoghese ha confermato la grande competitività della KTM, che già in Qatar era giunta sul podio grazie allo splendido secondo posto di Brad Binder.

Oliveira (ANSA)
Oliveira (ANSA)

Sotto la pioggia, la moto austriaca ha dato il meglio di sé, per la gioia di Francesco Guidotti che proprio nel corso dell’inverno aveva lasciato la Ducati Pramac per andare a dirigere la KTM. Oliveira, con questo successo, ha ottenuto i primi 25 punti della sua stagione dopo la delusione del Qatar, dove non era mai stato competitivo.

Come già spiegato, il week-end del Gran Premio d’Argentina è iniziato in maniera rocambolesca, a causa di un problema con i cargo che conducono il materiale e le moto a Termas de Rio Hondo. Tutto ciò ha portato alla cancellazione del venerdì di prove libere, nella speranza che il tutto arrivi in tempo per il sabato.

Oliveira, in Argentina per ripetere un grande risultato

Miguel Oliveira è galvanizzato dal successo di Mandalika, tracciato dove non ha avuto rivali sotto la pioggia. Il rider portoghese è molto fiducioso, ed in conferenza stampa ha confermato che la KTM è in grado di farsi valere anche in condizioni di asciutto. Ecco le sue prime parole del fine settimana argentino.

Dobbiamo essere contenti perché abbiamo ricevuto parte del materiale. Alcuni team non hanno niente e noi abbiamo almeno una moto. Dobbiamo concentrarci sul sabato, ci sarà tanta azione e si tratterà di una grande sfida con tanto lavoro da fare per i meccanici. La vittoria di Mandalika è stata fondamentale, da tanto non facevo così tanti punti. La seconda parte della scorsa stagione è stata molto difficile“.

Mi sentivo forte anche sull’asciutto due settimane fa, ma la vittoria ci ha dato una grandissima fiducia e vogliamo essere forti anche senza pioggia in futuro e lottare per le vittorie. Il week-end qui in Argentina può andare molto bene, nel 2019 la moto non era così vicina al top, era più da centro gruppo. Ora potremo anche mirare a posizioni migliori, non c’è motivo per pensare che non saremo competitivi“.

Oliveira ha concluso: “Questo inizio di stagione è stato molto altalenante, non ho marcato punti in Qatar e poi è arrivata una gran vittoria in Indonesia, dobbiamo stare concentrati ed andare forte per tutto il week-end, sin dalla qualifica. La chicane in Austria? Il cambiamento è giusto per quello che abbiamo richiesto, volevamo rendere l’ingresso in Curva 3 molto più lento e non c’era nulla meglio della chicane. Il lavoro fatto è stato eccellente, non era facile svolgere questo compito e ne sono felice“.