Leclerc, il mondiale è possibile? Il pilota della Ferrari per ora frena

Charles Leclerc si ritrova in testa al mondiale per la prima volta in carriera. Il monegasco sa che la strada per il titolo è molto lunga.

La domanda che tutti si stanno ponendo in questo momento è una: la Ferrari e Charles Leclerc possono puntare al titolo mondiale? Vedendo le prime due gare, la risposta non può che essere affermativa. Il monegasco ha vinto la prova inaugurale in Bahrain, chiudendo secondo in Arabia Saudita a mezzo secondo dalla Red Bull di Max Verstappen.

Leclerc (LaPresse)
Leclerc (LaPresse)

Pochi mesi fa, questo scenario appariva a dir poco impossibile. La Rossa veniva, spesso e volentieri, doppiata dagli anglo-austriaci e dalla Mercedes, che lo scorso anno hanno svolto un campionato a parte demolendo la concorrenza. Il team di Brackley ha vissuto il peggior inizio di stagione dell’era ibrida, mentre il Cavallino se la sta giocando alla pari con il campione del mondo.

Leclerc e Verstappen se le stanno dando di santa ragione, e ci hanno regalato dei duelli spettacolari sia a Sakhir che a Jeddah. La notizia positiva per la Ferrari è arrivata proprio nell’ultimo week-end, dove soltanto un colpo di sfortuna è costata a Charles la seconda vittoria consecutiva. Quella Virtual Safety Car grida vendetta, ma il Cavallino è già concentrato su Melbourne dove si andrà a caccia del pronto riscatto.

Leclerc, per il titolo è ancora troppo presto

In casa Ferrari c’è molto ottimismo, ma se c’è una cosa che in quest’ultimo decennio hanno imparato bene a Maranello, è proprio la necessità di maneggiare con cura i feeling positivi. Gli avversari sono fortissimi e daranno battaglia, inclusa la Mercedes che è in grado di tornare davanti a tutti da un momento all’altro. Charles Leclerc, intervistato da “ NextGen-Auto“, ha parlato del sogno mondiale e di questo inizio di stagione.

Sono molto contento per questo inizio di stagione, di sicuro. Lavoro in perfetta armonia con la mia squadra e la preparazione per le prime gare è stata eccezionale, mi sento molto bene in generale. Se tutto ciò risulterà sufficiente per vincere il campionato del mondo, non ne ho idea“.

Leclerc ha poi aggiunto: “La stagione è ancora nella sua fase embrionale, ma diciamo che è un buon inizio per tutti noi. Come ho detto molte volte, penso che lo sviluppo sarà fondamentale e come piloti è nostro dovere aiutare la squadra a mantenere il suo livello di competitività nel miglior modo possibile“.

Il monegasco è al corrente della competitività degli avversari, ma questo non lo demotiva affatto. La nuova Rossa è veloce, affidabile e dotata di un telaio eccezionale, nell’attesa che la potenza della power unit venga portata al massimo e che arrivino i primi sviluppi. Ad Imola, potremo vedere uno step importante, nella speranza di regalare una gioia ai tifosi.