Vinales, l’annuncio che fa sognare i tifosi Aprilia: segnatevi questa data

Maverick Vinales non ha ancora trovato un buon feeling con l’Aprilia RS-GP22, ma fissa una data entro cui potrebbe compiere un passo in avanti.

12° e 16° posto nelle prime due gare della stagione MotoGP 2022 per Maverick Vinales, che ancora non ha trovato un buon feeling con la Aprilia RS-GP. Dopo le cinque gare con la Casa di Noale nella passata stagione e una serie di test l’ex pilota Yamaha fatica ad adattarsi ad una moto molto diversa dalla M1, con un motore progettato differentemente che richiede uno stile di guida diverso.

Maverick Vinales (foto Ansa)
Maverick Vinales (foto Ansa)

Ma non si perde d’animo l’ex campione Moto2 che già nel warm up del GP d’Indonesia aveva trovato delle buone soluzioni che lo avevano proiettato al secondo posto dietro a Fabio Quartararo. Purtroppo la gara bagnata ha spiazzato Maverick Vinales e sballato le impostazioni che aveva trovato sull’asciutto. L’acquazzone torrenziale caduto poco prima dell’inizio ha costretto l’alfiere di Roses ad una gara in difesa, dove il vero obiettivo è stato finire i 20 giri e raccogliere dati utili in vista dei prossimi appuntamenti.

Vinales pronto al balzo in avanti

In Argentina proverà a ripartire dal set-up provato nel warm up di Mandalika. “Nelle prime fasi è stata una gara di sopravvivenza, non riuscivo a vedere la moto davanti, quindi è stata molto dura. Ho perso 15 secondi in quattro giri, quindi è stata piuttosto difficile”, ha commentato Maverick Vinales nella conferenza post Gran Premio. “Ma alla fine della gara avevo un buon ritmo e segnavo buoni tempi sul giro”.

Si guarda ai lati positivi del week-end in attesa che il calendario del Motomondiale faccia tappa in Europa, su circuito che conosce meglio e dove si attende un deciso passo in avanti. “Penso che oggi (domenica, ndr) sia stata la migliore giornata da quando sono in Aprilia, perché abbiamo trovato un ottimo setting con cui potevo essere competitivo nel warm-up e mi faceva sentire a mio agio anche sul bagnato”.

Ma Maverick Vinales fissa una data entro la quale si aspetta di entrare in sintonia con il prototipo della Casa di Noale: “Il mio campionato inizierà per davvero a Jerez”, prevedendo che serviranno ancora alcuni km prima di conoscere fino in fondo l’Aprilia. “Io e la RS-GP dobbiamo diventare una cosa sola. Onestamente sono molto ottimista. Riteniamo che se ci qualifichiamo davanti possiamo essere in testa. Sono molto entusiasta di arrivare in Argentina”. Il suo compagno di squadra ha chiuso con cinque secondi di vantaggio su Vinales, al nono posto, e dopo due round è settimo in classifica.