F1, GP Arabia Saudita: perché il percorso è favorevole alle Ferrari

Seconda tappa della stagione di F1: dove vedere il GP dell’Arabia Saudita, chi è dato per favorito, quanto è lungo il percorso e le altre curiosità.

Pronti-via. Dopo tantissima attesa, dove abbiamo imparato a conoscere le nuove monoposto, si corre, e per due settimane consecutive. Ora, è Charles Leclerc il pilota da battere. Dopo aver dominato il Bahrain, è atteso dal GP dell’Arabia Saudita 2022. Una pista affascinante, che ci ha regalato tanti successi di ottimi piloti.

GP in Arabia Saudita (Ansa)
GP in Arabia Saudita (Ansa)

Ma prima di tuffarci con le telecamere, fin dentro gli abitacoli di queste splendide vetture, conosciamo un po’ storia e geografia, del GP che i nostri idoli andranno ad affrontare, domenica prossima.

Quanto dura il GP dell’Arabia Saudita

Il Jeddah Corniche Circuit, è un affascinante tragitto, che inizialmente aveva il nome di Jeddah Street Circuit ed è un bellissimo tragitto urbano non permanente. Le luci e le strade di questo circuito vi faranno davvero innamorare, con la sua lunghezza di 6 174 metri. Le curve sono ben 27, mentre la Gara non è molto lunga. I giri da percorrere infatti, saranno 50.

Dove si trova il Gp di Arabia Saudita

Lo spettacolo, si svolge nella città di Gedda, provincia di La Mecca, con quasi 4 milioni di abitanti. Ovviamente, in Arabia Saudita. Curiosità, risulta gemellata con una città italiana, Napoli, e si affaccia sul Mar Rosso, con di fronte il Sudan.

Quanto costa il biglietto per il GP

Si corre domenica, 27 marzo, quindi i biglietti, sono ormai stati polverizzati, ma potreste farci un pensierino per la prossima stagione. Intanto, chi ha comprato il biglietto della Gara, non ha certamente pagato poco, compreso di viaggio. Partiamo dalla Central Grandstand A, che costa allo spettatore, 452 euro circa, per la tre giorni. In Central Grandstand B, si paga lo stesso prezzo, uguale alla Central Grandstand C e la D.

I prezzi salgono, con le Main Grandstand A e B. Per tre giornate, si paga 628 euro in A e 528 in B. Volete sapere quanto costa il Paddock Club per tre giorni? 6.392,75 euro, mentre per la Premium Hospitality, si deve essere pronti a sborsare, 3.335 euro circa.

Chi ha vinto l’anno scorso in Arabia Saudita

L’edizione 2021, è stata la prima per questo circuito in Formula 1. Al GP inaugurale della storia quindi, ha vinto l’inglese, Lewis Hamilton. L’inglese, per ovvie ragioni, al momento detiene il record di Gara, che è di 2h06’15″118. Chi arriverà primo quest’anno, farà meglio di lui? Lo vedremo.

Dove vedere il GP dell’Arabia Saudita? Gli orari in TV

Si parte dal venerdì, 25 marzo con la conferenza stampa dei piloti su skysport.it e sull’account Facebook di Sky Sport. Il giorno successivo è quello delle Qualifiche, poi si arriva all’imperdibile corsa finale. Quella di domenica, alle ore 19 italiane. Per poterla seguire in diretta, c’è bisogno di collegarsi sui canali Sky Sport F1, Sky Sport Uno e in streaming su NOW.

Le repliche della gara di Formula 1

In differita, su TV8 e quindi in chiaro, potrete assistere sia alla giornata di Qualifiche che alla Gara vera e propria. Il sabato, la replica delle gesta dei piloti di F1, sarà disponibile alle ore 21, mentre il GP, potrete rivedervelo domenica, dalle ore 21:30.

Chi è favorito per il prossimo GP dell’Arabia Saudita

Per quanto riguarda qualche scommessina da piazzare, prendete carta e penna, ed iniziate a fare i vostri calcoli. Ci siamo affidati al sito internet di SNAI, per capire più o meno, quali saranno le quote che troveremo nei centri scommesse per questo GP. Il favorito, stando ai bookmakers, non è chi ha vinto l’anno scorso. Charles Leclerc è infatti pagato meno di tutti, a 2.25. Subito dopo, Max Verstappen è dato a 2.50, mentre Carlos Sainz Jr., viene pagato 7.50. Hamilton è addirittura dato a 10, mentre Perez è finito a quota 15, Russell a 25 e Bottas, Alonso e Magnussen a 75. Chi viene pagato di più, è ancora Latifi, ma stavolta insieme ad Albon. I due, sono dati a 1,000.00