MotoGP, accuse rispedite al mittente: Quartararo ai ferri corti con Miller

Tra Fabio Quartararo e Jack Miller non tira un’aria serena. I due continuano a punzecchiarsi su quanto è accaduto in Indonesia.

La seconda tappa della MotoGP ha evidenziato, ulteriormente, i problemi della Ducati del team factory. Gli alfieri della squadra ufficiale non stanno vivendo l’inizio di stagione che si aspettavano. La Rossa di Borgo Panigale ha raccolto poco sul tracciato di Mandalika per quelle che dovevano essere le potenzialità. La gara bagnata avrebbe dovuto esaltare lo stile di guida di Jack Miller. L’australiano è uno specialista sul bagnato, ma le cose non sono andate nel migliore dei modi nel finale di gara, chiudendo al quarto posto. E’ andata peggio a Pecco Bagnaia che ha conquistato un solo punto.

Fabio Quartararo (Ansa Foto)
Fabio Quartararo (Ansa Foto)

A strappare il miglior risultato per la casa di Borgo Panigale è stato ancora una volta una Desmosedici del team satellite. In Indonesia è toccato a Johann Zarco conquistare il podio, precedendo proprio Jack Miller al traguardo. E’ una top class senza padroni con tanti piloti in grado di alternarsi sul primo gradino del podio. Dopo la vittoria di Enea Bastianini del team Gresini, in sella alla Ducati Desmosedici GP21, in Qatar, è toccato a Miguel Oliveira alzare il trofeo del primo classificato in Indonesia.

La KTM, dopo due gare, rappresenta a sorpresa la certezza in chiave costruttori. Il team austriaco comanda la classifica con 45 punti e già questa è una notizia clamorosa. A Mandalika è rinata la Yamaha che si è classificata al secondo posto con il campione del mondo Fabio Quartararo. Il francese ha riacciuffato la seconda posizione nel finale di gara, superando le Ducati di Zarco e Miller. Quest’ultimo è rimasto amareggiato per il mancato podio.

MotoGP, Fabio Quartararo vs Jack Miller

Se la classifica per il francese è migliorata, non si può dire lo stesso del pilota della Ducati. Tra il quarto posto del secondo round e lo zero della prima gara, Jack Miller è fuori dalla top 10, nel dettaglio è undicesimo a soli tredici punti. Fabio Quartararo è a soli tre punti dalla vetta, occupata ancora da Enea Bastianini. La diatriba tra i due centauri è nata da uno dei sorpassi del campione del mondo nelle fasi concitate della gara.

Riferendosi a Quartararo, come riportato da Speedweek, Miller ha dichiarato: “Mi ha colpito alla gamba, così ha fatto con Zarco. Le sue stesse manovre andavano bene. Ma non è necessario che prenda il gas in modo da toccare la mia gomma anteriore. È facile cadere, non è giusto. Sono partito dalla nona posizione in griglia, lui era in pole. Ero più veloce di lui e mi ha urtato una gamba. E questo all’inizio della gara, del tutto inutile. Ho cercato di guidare nel modo più pulito possibile perché altrimenti finisci rapidamente nella ghiaia. Essere quarti è meglio che tornare a casa con zero punti“.

Le parole di Jack Miller sono accuse pesanti per un campione sempre molto corretto in pista. Fabio Quartararo si è risentito delle dichiarazioni rilasciate dal pilota della Ducati al termine della gara. Il francese ha replicato: “Non mi interessa. Era lui nel Paddock, in passato, ad aver fatto manovre aggressive e davvero non credo che la mia manovra fosse aggressiva. Semplicemente non mi aspettavo che ci toccassimo, ma è stato solo un piccolo tocco. Penso che prima di parlare dovrebbe dare un’occhiata alle immagini della TV perché non ho fatto niente di male“.

La pressione più giocare brutti scherzi e nel team italiano, al momento, le tensioni sono alle stelle. El Diablo ha tuonato: “Se compio una manovra sbagliata, allora mi scuso. In questo caso, però, non ho niente da dire. Ha provato a parlarmi in moto, ma non riuscivo a sentire nulla. Ma ho potuto vedere che non era felice, come ho detto: non è stata una manovra strana, non l’ho attaccato male“.