F1, Leclerc ha innervosito Verstappen in Bahrain? L’ex pilota dice la sua

La battaglia vissuta tra Charles Leclerc e Max Verstappen ha esaltato i tifosi della F1. Un ex pilota ha voluto commentare quanto visto.

Il primo round del mondiale di F1 targato 2022 se lo è portato a casa Charles Leclerc, per la grande gioia dei tifosi della Ferrari. Il talento monegasco è partito dalla pole position, la decima della sua carriera, per poi dominare tutta la gara, fatta eccezione per un momento a dir poco esaltante.

F1 Charles Leclerc e Max Verstappen (ANSA)
F1 Charles Leclerc e Max Verstappen (ANSA)

Visto un ritmo non all’altezza, in casa Red Bull hanno tentato l’undercut per permettere a Max Verstappen di chiudere il gap dal rivale e giocarsi la prima posizione. Detto fatto, il campione del mondo ha recuperato quattro secondi in un giro, riuscendo ad ingaggiare il monegasco in un duello straordinario, durato per ben tre giri.

L’immagine più bella per i tifosi della Ferrari è stata quella del bloccaggio dell’olandese, che ha tentato una mossa disperata pur di mettere le ruote davanti alla Rossa. Queste nuove F1 ad effetto suolo ci hanno regalato un grande spettacolo, con i giovani che sembrano poter prendere il sopravvento sulla vecchia scuola.

Nonostante una Mercedes ancora non all’altezza, Lewis Hamilton ha fatto vedere di che pasta è fatto, ottenendo un podio insperato grazie al doppio ritiro della Red Bull. Il sette volte campione del mondo ha nettamente vinto il confronto interno con George Russell, che immaginava un debutto del tutto diverso con il team di Brackley dopo aver atteso per anni una giornata come questa.

La sensazione è che Leclerc e Verstappen andranno a giocarsi le vittorie nelle prime gare, dal momento che i primi importanti sviluppi per la Mercedes non arriveranno prima di Barcellona, gara prevista per il 22 maggio. Fino ad allora, sulla freccia d’argento si lavorerà solo a livello di assetti, e Ferrari e Red Bull dovranno tentare di mettere quanto più vantaggio possibile in classifica per evitare un possibile ritorno degli anglo-tedeschi.

F1, Brundle commenta il nervosismo di Verstappen

Il mondiale di F1 è tornato in grande stile nella notte di Sakhir, dove la Ferrari ha iniziato facendo segnare la pole position, il giro veloce, la vittoria in gara condita dalla doppietta ed un dominio piuttosto marcato. Carlos Sainz è secondo dietro a Charles Leclerc, ma ha dato la sensazione di non essere ancora a proprio agio con questa tipologia di monoposto.

Il talento puro del monegasco è superiore a quello dello spagnolo, come ai tempi della lotta tra Lewis Hamilton e Nico Rosberg in Mercedes, dove il tedesco riuscì ad imporsi solo grazie ad una grande dedizione. Praticamente impossibile per Sergio Perez pensare di battere Max Verstappen, anche se va detto che il campione del mondo è uscito con le ossa rotte dal Gran Premio del Bahrain.

Con le nuove F1, l’olandese si aspettava di dominare la scena, ed invece se n’è andato da Sakhir con un -26 in classifica da Leclerc. Il campione del mondo è apparso anche piuttosto nervoso in alcune fasi della gara, per via degli undercut non riusciti ai danni della Ferrari. A tal proposito si è espresso l’ex pilota Martin Brundle, che sulle colonne di “SKY Sports UK” ha scritto.

Verstappen mi è sembrato piuttosto nervoso per gran parte della gara. Era arrabbiato dopo aver percepito che non gli era permesso spingere abbastanza forte dopo i primi due pit-stop, arrabbiato perché le sue gomme si sono consumate abbastanza rapidamente, poi molto arrabbiato perché il suo servosterzo aveva preso una botta, e poi per i seri problemi di affidabilità alla fine della gara“.

Senza dubbi, la dea bendata ha voltato le spalle al buon Verstappen in quel di Sakhir, ma c’era da aspettarselo dopo il clamoroso finale di Abu Dhabi dello scorso anno. Leclerc e Sainz, intanto, se la ridono ed allungano in campionato, con la speranza di replicare il trionfo anche a Jeddah tra pochi giorni.